Siete Qui: eComesifa.it » Tech » Computer » Software » Videoconferenza su Ubuntu: Come si fa

Videoconferenza su Ubuntu: Come si fa

Nei periodi recenti che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo si è resa necessaria una connessione che permettesse alle persone di effettuare una videoconferenza anche su Ubuntu direttamente da casa tramite laptop o pc desktop ma non solo.

Il primo requisito è stato proprio quello della connessione, ma il secondo era quello di capire quale programma potesse andare bene per effettuare videoconferenze su Linux ubuntu.

fare videoconferenze su ubuntu

Se il tuo sistema operativo è Ubuntu allora sei sulla guida giusta. Ma anche se non sei un utente appassionato del software libero questa guida ti mostrerà come alcuni programmi si adattino alle più disparate esigenze configurandosi per molti come la scelta migliore.

Oggi vogliamo aiutarti a capire quale programma può fare al tuo caso se dovessi o hai già necessità di effettuare delle videoconferenze.

Fare videoconferenza con Ubuntu: Cos’è Jitsi Meet

Jitsi Meet è un programma che ti aiuta a realizzare videoconferenze e che ha i medesimi vantaggi che ti vengono forniti da programmi che invece sono proprietari.

Se hai Linux certamente questa piattaforma farà al tuo caso.

Jitsi Meet si rivolge all’intera utenza, se pensi che software proprietari quali ad esempio:

  • Zoom
  • Teams (di Microsoft)
  • e altri…

hanno visto aumentare esponenzialmente la loro utenza di riferimento, ma hanno anche svelato dei punti di fragilità, tra questi quello più delicato riguarda la privacy della stessa utenza, almeno in parte con Jitsi potrai andare oltre questo problema.

Le funzionalità principali di Jitsi Meet

Per capire se è il caso di installare questo programma è bene osservarne le principali caratteristiche.

Per prima cosa è bene segnalare che Jitsi Meet non ti chiede alcuna registrazione per poter usufruire dei suoi servizi e comunque ti permette di condividere il desktop, o una presentazione, e anche altro.

riunione su jitsi meet

Jitsi ti permette anche un integrazione con Google Calendar e Microsoft nonché l’editing condiviso dei documenti attraverso Etherpad.

Tra le diverse funzionalità troverai anche la possibilità di registrare le tue videoconferenze, come accade anche su Zoom ad esempio, in aggiunta potrai utilizzare la chat interna al programma e avrai anche la possibilità di condividere video.

Come impostare Jitsi: Server web, Certificati e Pacchetti

Per utilizzare questo programma di videoconferenze, è indispensabile installare un server web, puoi scegliere tra apache e nginx inoltre dovrai anche aggiornare i Pacchetti, puoi farlo da Terminale immettendo queste stringhe di comando che seguono:

 sudo apt update -y

 sudo apt upgrade -y

 sudo shutdown -r now

Inoltre Jitsi richiede i Certificati SSL impiegherai in questo caso il tuo metodo preferito per ottenerli.

OpenJDK e Java

Per rendere funzionale Jitsi Meet devi avere installato Java Runtime Environment. Per installare la versione aggiornata rimani sul Terminale e digita:

sudo apt install -y openjdk-8-jre-headless

Per Java la stringa, anzi le stringhe da digitare sulla tastiera sono:

echo “JAVA_HOME=$(readlink -f /usr/bin/java | sed “s:bin/java::”)” | sudo tee -a /etc/profile

source /etc/profile

Come installare Jitsi Meet

Avevi già chiuso il Terminale?

Ebbene riaprilo perché è sempre da questo che dovrai operare digitanto le stringhe che seguono:

sudo apt install -y jitsi-meet

In alternativa se non devi effettuare questo passaggio dal Terminale, puoi recarti sul sito ufficiale e scaricare Jitsi da lì, ti basterà scorrere la Home Page per scegliere la versione adatta al tuo Sistema (es. Ubuntu , Debian, Mac oppure Windows etc…).

Sappi comunque che Jitsi richiede una serie di passaggi intermedi che prevedono:

  • La disattivazione di IPV6 altrimenti nginx non parte
  • L’installazione di gpg dando il comando da Terminale: apt-get install pgp

Videoconferenza su Ubuntu: Conclusioni

Jitsi per essere installato richiede un server con una discreta disponibilità di banda; per effettuare videoconferenze in piccoli gruppi (massimo 10 persone) può essere sufficiente un qualunque VPS economico.

jitsi meet per fare videoconferenze su ubuntu

In questa guida abbiamo voluto approfondire il tema dell’utilizzo di Jitsi Meet, interfaccia che ti consente di avviare una conferenza peer-to-peer crittografata unicamente con un numero massimo di due partecipanti, purtroppo tramite Jitsi infatti non è ancora possibile ottenere la crittografia end-to-end per più di due partecipanti.

Qualora nella tua videoconferenza siate in più di due potrai comunque fare ricorso alla crittografia a livello di rete.

Jitsi in realtà non è un programma, ma una raccolta di progetti di tipo Open Source che garantiscono all’utente finale funzionalità di videoconferenza avanzate, sicure, semplici da utilizzare.

Il sito ufficiale di Jitsi è in inglese ma decisamente scorrevole e intuitivo in ogni sua parte, non ti resta che visitarlo per renderti conto di come questo progetto si presenta.

Leggi Anche: Come far funzionare Skype su Ubuntu

6%
(* = link affiliato / fonte immagine: Programma Affiliazione di Amazon)
×
Prezzi e disponibilità dei prodotti sono accurate alla data / ora indicata e sono soggette a modifiche. Qualsiasi prezzo e la disponibilità delle informazioni visualizzate su https://www.amazon.it/ al momento dell'acquisto si applica per l'acquisto di questo prodotto.