Siete Qui: eComesifa.it » Salute » Spazzolino elettrico: sai come usarlo correttamente?

Spazzolino elettrico: sai come usarlo correttamente?

Lo dice anche il dentista: lo spazzolino elettrico è un validissimo alleato della salute orale. Se usato in modo corretto infatti rimuove efficacemente placca e residui di cibo, aiutando a prevenire carie e denti ingialliti.

In commercio se ne trovano moltissimi modelli, ognuno pensato per un’esigenza specifica. Ma la funzione base rimane sempre quella: pulire al meglio i denti. Ecco le cose da sapere per utilizzarlo in modo ottimale.

Quante volte al giorno usare lo spazzolino elettrico?

Lo spazzolino elettrico va utilizzato 2-3 volte al giorno, dopo i pasti principali. L’ideale è lavarsi i denti, quando si è finito di mangiare, entro pochi minuti, al massimo 20. In tal modo si ostacola il proliferare dei batteri nocivi che, data l’abbondanza di nutrimento fornita dal cibo, incrementano proprio in concomitanza dei pasti.

La tecnica di spazzolamento corretta

L’uso dello spazzolino elettrico per il lavaggio dei denti deve durare 2 minuti. Alcuni modelli hanno persino un timer per il rispetto dei tempi. Dopo aver applicato una piccola quantità di dentifricio sulla superficie superiore dello spazzolino, inseriscilo in bocca e accendilo. Attenzione a non farlo prima, o a causa della rotazione della testina farai volare dentifricio per tutta la stanza da bagno!

utilizzare correttamente lo spazzolino elettrico

Inizia dalla superficie esterna, mantenendo lo spazzolino elettrico su ogni dente per circa 2 secondi. Al termine inclinalo lievemente in avanti, in modo da pulire anche la superficie laterale. Evita però l’errore comune di muovere lo spazzolino avanti e indietro velocemente, e non premere con forza. Facendolo infatti rischieresti di danneggiare i denti. Se hai difficoltà a regolarti puoi acquistare un modello con sensore di pressione, che si ferma quando eserciti troppa forza.

Per pulire il lato interno esegui analogo procedimento, poi passa alla superficie masticatoria. Anche qui è facile incorrere in un errore comune: trascurare i denti posteriori. Sono i più difficili da pulire, per questo vengono un po’ dimenticati. Ma in realtà è proprio a carico di molari e premolari che avviene la masticazione. Non stupisce quindi che questi denti tendano a cariarsi più facilmente. Secondo la tua conformazione orofacciale potresti avere particolari difficoltà a raggiungere gli ultimi denti. In tal caso passa a testine più piccole, ed eventualmente chiedi consiglio al tuo odontoiatra sul modello migliore per te. In generale, comunque, le classiche testine rotonde si rivelano le più consone.

Altro sbaglio frequente è sconfinare con lo spazzolino sul bordo gengivale. Non devi farlo, perché irriteresti le gengive e nel tempo potresti persino aprire la strada alla parodontite.

Quando hai finito di lavarti i denti passa delicatamente la testina anche sulla superficie della lingua. Infine sciacqua con molta cura la bocca. E non dimenticare una volta al giorno, preferibilmente la sera, di passare il filo interdentale.

Manutenzione dello spazzolino elettrico

Affinché il tuo spazzolino elettrico possa farsi carico di una pulizia efficace è indispensabile anche la corretta manutenzione. Come prima cosa, devi tenerlo in carica almeno tutta la notte, mediamente, altrimenti la testina non potrà ruotare con sufficiente energia. Tra modello e modello ci sono però differenze, controlla quindi le indicazioni del produttore sulla confezione.

quale spazzolino elettrico

Sempre la testina va sostituita in media ogni 3 mesi. I modelli più diffusi presentano difatti un cromatismo diverso secondo il periodo d’uso. Man mano che i giorni passano, le setole sbiadiscono, segnalandoti che è ora di acquistare un ricambio.

La pulizia dello spazzolino elettrico è un po’ noiosa rispetto a quello manuale. Ma è indispensabile. Il rischio altrimenti è che questo dispositivo diventi un ricettacolo di germi e muffe.

Al termine di ogni utilizzo quindi sciacqualo con cura e 2 volte alla settimana pulisci tutto lo spazzolino. In particolare insisti dove ci sono le zigrinature atte a favorire la presa manuale. E’ qui infatti che si forma più facilmente la muffa. Per aiutarti usa una spugna morbida umida.

Con questi accorgimenti il tuo spazzolino elettrico terrà lontano la carie, e l’unica altra cosa che ti rimane da fare è il controllo semestrale dal dentista con relativa igiene orale professionale.