Siete Qui: eComesifa.it » Cucina » Dolci » Ricetta della torta red velvet

Ricetta della torta red velvet

La torta Red Velvet è molto diffusa, soprattutto negli Stati Uniti. Si chiama “Red” proprio perché ha un colore rosso o di base, da cui deriva il suo nome e può essere rosso – marroncino di un colore scuro o rosso vivo.

Normalmente, si prepara con una base fatta a strati e poi, viene inserita all’interno la crema di vaniglia, crema di formaggio oppure crema al burro. In generale, comunque la crema è chiara, perché va a fare contrasto anche cromatico con il rosso della torta. In realtà, in passato il colore rosso scuro nasceva dalla reazione che avveniva chimicamente tra ingredienti acidi come il latte (o lattarello) e il cacao in polvere. Adesso, invece, si fa semplicemente attraverso una colorazione alimentare classica.

Esistono varie tipologie di ricette che rendono questa torta oltre che popolare è anche adattabile a vari gusti.

strati della red velvet

La leggenda della torta

La Red Velvet è una torta che è molto morbida e squisita. Ci sono molte storie legate alla sua origine e alcune però, sono più che altro delle leggende. Secondo la maggior parte degli esperti, è iniziata a circolare negli Stati Uniti nel 1920, mentre invece, secondo alcune persone negli anni ’50 nacque come una torta portata ad un compleanno di un soldato americano e quindi, era molto diffuso specie nelle residenze militari.

Negli anni ’60 è iniziata a diventare molto diffusa e infatti, è diventato il dolce di San Valentino per eccellenza anche perchè viene citata nella nota serie TV “Sex and City”.

Il mistero della colorazione

Un’altra particolare curiosità riguarda il suo colore rossiccio. Oltre la possibilità di mescolare gli ingredienti acidi e il cacao in polvere, è anche possibile usare semplicemente il colorante. In realtà, però, in passato si usava spesso l’estratto di barbabietola per dare questo colore alla torta.

Secondo alcuni, infatti, è stata inventata durante il periodo della grande depressione in America e quindi, si risparmiava su tutto. Il titolare di un’azienda di coloranti alimentari mise in vendita questa soluzione per confezionare la torta e quindi incentivare alle vendite. Ciò, fu una sorta di rivoluzione nel modo di fare i dolci. Ad oggi, è una delle torte più amate di tutti i tempi.

Ingredienti per la Red Velvet

Per realizzare la torta Red Velvet, è necessario preparare una serie di ingredienti in una tortiera a cerniera apribile, almeno del diametro di 22 cm. Gli ingredienti principali sono:

  • Tre uova
  • 250 g di zucchero semolato
  • 150 g di burro
  • Due cucchiai di aceto di vino bianco
  • 250 g di yogurt bianco
  • 350 g di farina 00
  • Colorante alimentare rosso in polvere
  • 16 grammi di lievito per dolci

Per realizzare la farcitura della Red Velvet è necessario avere:

  • 450 g di mascarpone
  • 450 g di Philadelphia
  • Limone grattugiato
  • 450 g di zucchero a velo

Preparare la base della Red Velvet

Per preparare la base per la torta Red Velvet è necessario iniziare, lavorando il burro con lo zucchero semolato, in modo tale da ottenere un composto. Poi bisogna aggiungere le uova e mescolare il tutto con la frusta a mano mixando il composto tra burro e zucchero lentamente, in modo tale da iniziare a creare un composto unico.

Una volta che il composto sarà abbastanza denso si può versare lo yogurt e poi, due cucchiaini di aceto di vino bianco. È anche possibile scegliere di versare un cucchiaino di aceto di mele o uno di vino bianco. Una volta mescolate anche uova e yogurt, bisogna aggiungere il colorante alimentare mettendolo poco per volta e fino ad ottenere l’intensità di rosso che si vuole. Poi, man mano la farina va incorporata con tutto il composto e lavorata bene. Solo alla fine, bisogna aggiungere i 16 grammi di lievito per dolci.

farcire torta red velvet

La cottura

La consistenza dell’impasto sarà alquanto densa e quindi bisogna lavorarlo con una spatola, amalgamando tutti gli ingredienti in modo tale da avere un composto davvero impeccabile. Una volta conclusa questa fase va messo tutto l’impasto nella tortiera con la cerniera apribile già infarinata e imburrata. Il forno deve essere preriscaldato a 160 gradi e la torta va cotta in modalità ventilata per circa 55 minuti. Una volta che sarà pronta, si fa raffreddare e poi si taglia per strati.

La preparazione della farcitura per la Red Velvet

Per realizzare la farcitura della Red Velvet bisogna mescolare il mascarpone con la Philadelphia con l’aroma della scorza di limone grattugiata. È opportuno sempre lavarlo per bene e non trattarlo con nessun tipo di elemento. Un’altra cosa importante, è mescolare il tutto per bene aggiungendo anche lo zucchero a velo lentamente. Ne verrà fuori una crema liscia e morbida. Va inserita dentro una sac a poche con un beccuccio medio grande.

La composizione della Red Velvet

Una volta preparate tutte le fasi della torta bisogna comporla. Va presa la base già tagliata per strati e tra uno strato e l’altro, con la sac a posh dal beccuccio medio grande, si farcisce la torta. Poi si va posizionando il secondo strato e così via, fino a circa tre strati. La parte alta può essere decorata come meglio si crede, magari con la stessa crema e mescolata con qualche briciola rossa della torta oppure con uno strato di zucchero a velo. La torta può essere conservata in due giorni purché sia sempre conservato in frigorifero.

ricetta torta red velvet san valentino

Varianti della Red Velvet

La Red Velvet ha una serie di varianti. Oltre alla ricetta già citata, si può anche pensare di non farla su più strati, ma magari su di uno solo e di cospargerla completamente di frutta fresca. Non è un caso, che molto spesso vengono usate le fragole.

Un’altra possibile variante è quella di non scegliere il colorante alimentare, ma usare l’interazione tra ingredienti, per creare la colorazione rossa. In più, può anche essere preparata con l’alchermes e dà un tocco di colore. Questo liquore però non è insapore e quindi, darà un gusto completamente diverso all’impasto.

Prima di scegliere, è bene valutare questo aspetto. L’alternativa, come già accennato, potrebbe essere l’estratto della barbabietola che è più naturale e potrebbe dare anche un sapore particolare, all’interno dell’impasto. Per quanto riguarda la crema può essere sia a vaniglia che invece, al formaggio.

Leggi Anche: Ricetta della torta sbriciolata alla nutella