Piante che fioriscono in inverno: quali sono le più belle

L’inverno è la stagione dai colori grigi e tenui, ma con le fioriture invernali, ogni ambiente può assumere un tono vivace.

Quali sono le piante invernali più belle? Quando piantare i fiori invernali? Se non sapete quali scegliere, nessun problema, perché noi di ecomesifa.it, in questo nuovo articolo, vi diciamo tutto quello che c’è da sapere su questo “colorato” argomento.

Abbiamo preparato per voi un’ampia lista delle piante più belle, che con il fascino dei loro fiori e colori, accompagneranno tutta la gelida stagione invernale. Per prima cosa però, dovete sapere che per ottenere delle fioriture invernali, le piante devono essere interrate al termine della primavera o tra la fine del mese di settembre e i primi giorni di ottobre.

Ecco una vasta selezione delle piante più belle che fioriscono in inverno, adatte per decorare e valorizzare i vari ambienti di casa.

Piante invernali per balcone 

Come prima cosa proviamo a dare subito uno sguardo a quali possono essere le piante invernali che si possono mettere sul balcone.

Ciclamino

Un fiore invernale che sboccia in relazione al periodo in cui viene seminato. Generalmente i ciclamini che fioriscono durante la stagione autunnale, producono fiori anche in inverno. In Italia la versione del ciclamino più diffusa, è quella proveniente dall’Oriente e che prende il nome di Persicum. IL colore dei sui petali varia dal bianco al rosa, fino a raggiungere una tonalità di rosso molto intensa. Il ciclamino è una pianta di piccole dimensioni, infatti, la sua altezza raggiunge circa i 12 centimetri.

ciclamino invernale

Il ciclamino ha bisogno di poca acqua, sopporta il freddo, ma non ama il gelo e per questo motivo necessita di piccole cure e attenzioni. In presenza di temperature eccessivamente rigide, infatti, deve essere protetto e tenuto in un ambiente domestico, ad una temperatura non superiore ai 16° gradi. Altra cosa importante da fare è quella di evitare la sua vicinanza con le fonti di calore artificiali.

Viola

La viola del pensiero o pansè, è un fiore invernale con delle sfumature di colore che vanno dal bianco al rosa, fino a raggiungere un lilla molto scuro. Il freddo per questa pianta non è un problema e può essere esposta nei vasi sui balconi, oppure piantata in giardino per abbellirlo. Per agevolare la fioritura delle viole, dovete posizionarle all’esterno, in un ambiente non troppo soleggiato, perché gradiscono l’ombra. Le viole necessitano di poca acqua e se vengono annaffiate abbondantemente, si corre il rischio di vederle marcire.

Gelsomino invernale

Il gelsomino viene chiamato anche gelsomino di San Giuseppe. I fiori di questa pianta sono di un colore giallo intenso e sbocciano intorno ai primi giorni del mese di gennaio. Questa pianta non teme il freddo, ma per fiorire ha bisogno di essere posizionata in luogo soleggiato. Inoltre, se ben curata, la pianta del gelsomino può vivere per oltre dieci anni.

Calicanto d’inverno

La pianta calicanto invernale (Chimonanthus praecox), è un arbusto di medie dimensioni con delle foglie caduche e fiori che sbocciano in pieno inverno, tra gennaio e marzo. In autunno questa pianta perenne, ha un colore dorato, mentre durante la stagione fredda, i suoi rami spogli, vengono ricoperti da tanti boccioli gialli, che emanano un profumo fresco e intenso. Il calicanto resiste alle basse temperature, sopporta la neve, ama stare in balcone o in giardino, ma per crescere bene deve essere regolarmente “baciato” dal sole.

Erica

Una pianta molto utilizzata per le decorazioni floreali e particolarmente apprezzata per decorare il balcone. La varietà più conosciuta è l’Erica gracilis, con foglie aghiformi e un arbusto che raggiunge i 50 centimetri di altezza. I suoi fiori hanno dei colori brillanti e possono essere bianchi, rosa, lilla o magenta. Il vostro terrazzino, con la presenza dell’erica, apparirà fiorito e colorato per tutta la stagione fredda.

Piante invernali da esterno resistenti al gelo

Dopo aver visto le piante da balcone analizziamo, invece, quelle che resistono anche a temperature molto basse e che possono essere piantate in giardino senza problemi.

Biancospino

Il biancospino è un arbusto o un albero di piccole dimensioni, conosciuto dall’uomo fin dai tempi antichi. Appartiene alla famiglia delle rosacee, al genere dei Crataeguse e può raggiungere un’altezza massima di circa 12 metri. E’ una pianta molto utilizzata per decorare gli spazi verdi come giardini e cortili, ma la sua imponenza e bellezza può essere apprezzata anche nei grandi balconi. Il colore dei fiori del biancospino, può essere bianco, rosa, ma anche rosso ed inoltre la pianta produce vivaci frutti rossi. La sua miglior qualità, è quella di tollerare le basse temperature, la neve e il ghiaccio.

Agrifoglio

L’agrifoglio o ilex aquifolium, è un arbusto sempreverde che con estrema facilità può raggiungere l’altezza di circa 10 metri. Le foglie sono di colore verde lucente e variopinte con delle venature che variano dal giallo al bianco. I fiori sono piccoli e i toni vanno dal bianco al rosa e in inverno produce delle drupe globose di un rosso molto sgargiante. Questa pianta riesce a svilupparsi sia al sole che all’ombra, richiede pochissime attenzioni e poca acqua, perché cresce in maniera spontanea. Sopporta le estati torride, non teme assolutamente gli inverni rigidi e per impreziosire gli spazi verdi e il balcone è perfetta.

Lavanda

Una pianta rustica che tollera il clima gelido, ma reagisce bene anche alle temperature estive. Un arbusto sempreverde che ama il sole, il vento e che con la sua semplicità abbellisce appartamenti, terrazzi e aiuole con un tocco di “poesia”.fiori di lavanda inverno

La lavanda produce dei fiori che possiedono una profumazione dalle note rilassanti e colori intensi del blu, viola, rosa, bianco e lilla.

Piante invernali da appartamento

Dopo aver visto quelle da esterno proviamo ora a proporre qualche soluzione per abbellire anche l’interno della casa. Grazie alle temperature ovviamente più accessibili le soluzioni non mancano affatto.

Cactus invernale

Se amate le piante grasse, il catsus ivernale (Ephiphyllum) è una pianta che fiorisce nel corso del periodo natalizio. La sua fioritura coincide, appunto, con il Natale e per questo motivo spesso viene chiamato “cactus di Natale”. Una pianta esotica, con appendici cadenti e fiori che richiamo le diverse tonalità del rosa fino a raggiungere un colore rosso brillante. La sua particolarità è quella di donare un tocco di eleganza alle varie stanze della casa.

Orchidea

Un fiore affascinante e misterioso con i petali che richiamano alla memoria le ali di una farfalla. Ama la luce, stare in casa, ma non gradisce l’esposizione ai raggi solari. L’orchidea è esigente e per fiorire necessita di un terreno umido e quotidianamente, con un contenitore munito di un beccuccio spray, bisogna vaporizzare le foglie e il fusto con dell’acqua a temperatura ambiente.

Anthurium

L’Anthurium possiede dei fiori di colore rosso brillante, che a occhio nudo, sembrano quasi finti. Fiorisce tutto l’anno e spesso, nel periodo natalizio insieme alla stella di Natale, è una delle piante più regalate. La sua esposizione è ideale per arredare qualsiasi zona della casa. L’unico posto che vi sconsigliamo è la cucina, perché la pianta in questa stanza potrebbe soffrire assorbendo i cattivi odori del cucinato.

Piante invernali ornamentali

Chi ha un giardino e vuole a tutti i costi vederlo bello fiorito anche in inverno non può assolutamente fare a meno di una di queste piante. Sono tutto sommato facili da reperire in commercio ed allo stesso tempo il risultato è sicuramente garantito. Vediamole insieme.

Calendula

Il nome candelula, deriva dal latino “calendae” e questo termine indica che in ogni mese dell’anno, in base alle situazioni climatiche, un fiore può fiorire. Infatti, questa grande margherita dal colore giallo-arancio, generalmente fiorisce tutto l’anno, perché allo stesso modo ama le giornate calde e quelle fredde.fiore invernale calendula

La candelula è perfetta per decorare il giardino e per arricchire l’arredamento della casa.

Cavolo ornamentale

Il cavolo ornamentale (Brassica oleracea), è una pianta abituata a vivere nelle zone aperte e non ha bisogno di particolari protezioni. Resiste alle temperature sotto zero, ma non gradisce quelle superiori ai 16°. Le foglie sono grandi e le gradazioni di colori spaziano dal rosa al crema e dalla lavanda al giallo.

Rododendro

Il rododendro, chiamato comunemente “Rosa delle Alpi”, è una pianta che non teme le basse temperature, ma attenzione alle gelate. Questa pianta ornamentale ha dei fiori di diversa colorazione (rosa, lilla e rosso), la forma a imbuto e i petali sono lisci e lievemente incurvati. Preferisce le zone luminose, ma non la luce diretta e può essere piantata in un vaso o vicino a una siepe.

Piante invernali ricadenti

Un discorso a parte meritano poi quelle ricadenti che non piacciono a tutti. Si tratta di piante molto belle ed anche molto vistose. Ne abbiamo selezionato, anche in questo caso, tre.

Edera

Una pianta molto resistente al freddo, che non apprezza il sole, ed è facile da coltivare. Le varietà più comuni sono: Hedera helix e Hedera canariensis. L’edera racchiude eleganza e mistero ed è adatta per trasformare qualsiasi ambiente semplice in una “dimora” incantevole. Questa pianta, però, a differenza delle altre piante cascanti invernali, purtroppo, in primavera non produce fori.

Vinca minor

E’ una pianta sempreverde strisciante, conosciuta con il nome di Pervinca. La vinca minor, necessita di molta luce e aria, ma possiede una buona resistenza al freddo e anche alle temperature estive. In inverno difficilmente produce fiori, ma in primavera regala una cascata di “fiorellini” colorati.

Senecio macroglossus

Le foglie del senecio macroglossus, sono verdi con venature bianche, molto simili è quelle dell’edera. Per questo motivo, spesso viene chiamata “edera del Kenya”. Questa pianta ricadente, non teme il freddo invernale, ma le temperature sotto i 0° gradi, possono esporla a serie difficoltà. Gradisce l’aria, il sole e le zone all’ombra e in primavera regala dei fiori di colore giallo che somigliano tantissimo alle margherite.

Piante carnivore invernali

Le piante carnivore negli ultimi anni stanno avendo molto successo anche tra i più giovani. E’ indubbio che la loro funzione, ovvero quella di mangiare gli insetti, sia molto affascinante.

Sarracenia

Pianta carnivora che per sopravvivere si nutre di piccoli insetti. Ha foglie verdi, con vivaci venature color porpora, che cambiano colore in base alla luce che ricevono. In inverno, la sarracenia, si “addormenta” andando in riposo vegetativo. Essendo una pianta invernale, può stare all’aria aperta, ma non al gelo. In alternativa potete custodirla nel vostro appartamento e posizionarla in una stanza lontano da fonti calore. Al suo risveglio primaverile, assisterete alla nascita di nuovi germogli e “trappole” per gli insetti.

Dionaea Muscipula

La Dionaea è considerata la regina delle piante carnivore. Questa pianta è spesso stata la protagonista di film e cartoni animati e in questo caso è perfetta per “decorare” la stagione invernale.pianta carnivora inverno

Originaria dell’America del nord, si presenta con foglie in posizione verticale o viceversa, corte e distese verso il basso. La sua “bocca dentata” è un’arma perfetta pronta a catturare piccoli insetti. Nel corso della stagione invernale, la pianta si riposa tenendo in vita solo le parti nascoste sotto la terra. In primavera si risveglia producendo un fiore bianco, che vi consigliamo di tagliare prima della fioritura, perché alla piccola creatura carnivora, toglie energia e di conseguenza le crea un senso di affaticamento.

La sua resistenza alle temperature invernali è elevata, infatti senza problemi, può stare all’aperto. L’unica cosa che dovete fare è quella di mantenere il terreno sempre ben umido.

Drosera capensis

Un esemplare carnivoro molto evoluto. Le foglie di questa pianta sembrano dei tentacoli pronti a catturare le “sfortunate” vittime. In inverno sopravvive all’aperto, ma il suo terreno deve essere mantenuto umido, oppure può stare in casa, a una condizione termica inferiori ai 10° gradi. La Drosera con il passare degli anni, assume una forma molto simile ad una palma in miniatura.

Piante invernali con fiori bianchi

Concludiamo, infine, questa lunga selezione di piante invernali con quelle che si contraddistinguono per il colore dei fiori bianco.

Elleboro

Pianta perenne particolarmente rustica conosciuta anche con il nome di “Rosa di Natale”. I suoi fiori sono di colore bianco, ma esistono anche rosa o color porpora. La fioritura avviene in inverno inoltrato, tra il mese di gennaio e febbraio. L’elleboro non richiede cure particolari, perché le gelide giornate sono sue “amiche”.

Bucaneve

Il bucaneve, conosciuto anche con il nome di “stella del mattino”, fiorisce dal mese di gennaio in poi, producendo dei delicatissimi fiori bianchi. La forma del fiore è simile a una campana e le sue foglie sono verdi e carnose. Il bucaneve è “innamorato” del freddo e non ama assolutamente il sole e il caldo afoso.

Se siete arrivati fino in fondo a questa rassegna di piante siete delle persone molto appassionate. Non vi resta che scegliere quella più adatta alla vostra casa e comprarla. Il risultato sarà stupefacente e vi farà sicuramente fare bella figura.

Leggi Anche: Come annaffiare le piante quando siete fuori casa