Perché gli alberi attirano i fulmini

Tra i fenomeni più spettacolari in natura ci sono le tempeste e quando i fulmini cadono a terra, il cielo risplende.Ma perché gli alberi attirano i fulmini?

Una delle precauzioni che dovrebbero essere prese durante un temporale se si è all’aperto, è quella di non sostare mai sotto un albero. Ma perché? In questo nuovo articolo su eComesifa.it, vi spiegheremo perché gli alberi attraggono i fulmini e cosa fare durante un temporale.

Cosa sono e come si formano i fulmini

Per capire meglio perché gli alberi attirano i fulmini, bisogna sapere innanzitutto cosa sono e come si formano.

I fulmini sono delle scariche elettriche naturali che si formano dall’accumulo di elettricità statica presente nell’atmosfera e il fenomeno si verifica soprattutto durante i temporali. Queste scariche elettriche possono essere di diverse tipologie e possono viaggiare tra una nuvola e l’altra oppure scagliarsi sul terreno con enorme energia.

Quando si parla di fulmini, sappiamo bene che questa scarica elettrica è accompagnata da tuoni e lampi. Mentre il tuono è il rumore prodotto dai fulmini con lo spostamento della carica elettrica, il lampo è il bagliore prodotto durante il fenomeno.

cosa sono i fulmini

Leggi Anche: Quali sono i colori dell’arcobaleno

Ma allora, perché gli alberi attirano i fulmini?

E’ molto semplice, gli alberi attraggono i fulmini per via della loro forma allungata e appuntita. Infatti, non sono solo gli alberi che attirano i fulmini, ma qualsiasi oggetto con una forma a punta e che si innalza verso il cielo rispetto al paesaggio circostante, rischia di diventare come una calamita per fulmini.

Questo succede perché l’elettricità cerca sempre la via più semplice e veloce per scaricarsi a terra e gli alberi, con la loro forma e vista la loro altezza rispetto al terreno, offrono un percorso molto comodo ai fulmini.

Se si pensa, infatti, a come è fatto un albero è facile capire perché attira queste scariche elettriche che provengono dall’atmosfera. Anche i parafulmini, infatti, hanno una forma allungata e appuntita, oltretutto vengono posizionati sempre in alto, in modo da attirare i fulmini ed evitare che cadano in altri luoghi più pericolosi.

fulmini attratti dagli alberi

Cosa fare in caso di temporale

Quando ci ritroviamo nel bel mezzo di un temporale con fulmini e saette, è buona norma prendere delle precauzioni in modo da non correre rischi e non essere colpiti da un fulmine. Quindi cosa bisogna fare se siamo in casa:

  • Scollegare tutti gli apparecchi elettrici non indispensabili come ad esempio computer e televisori;
  • Non accendere il camino;
  • Non bisogna camminare su pavimenti bagnati;
  • Chiudere porte e finestre e stare lontano dalle aperture;
  • Allontanarsi da oggetti metallici come ad esempio i tubi.

Se invece durante il temporale ci troviamo all’aperto, in campagna ad esempio, cosa facciamo?

  • Evitare di correre;
  • Evitare di trasportare oggetti metallici;
  • Spegnere i vari dispositivi elettronici che trasportiamo(ad esempio lo smartphone);
  • Evitare di sostare vicino a fiumi e torrenti oppure in aree troppo libere perché il nostro corpo sarebbe il punto più alto rispetto al terreno circostante;
  • Attenzione ad alzare gli ombrelli;
  • Naturalmente, evitare il riparo sotto di alberi.

Speriamo di aver fugato qualche vostro dubbio sui fulmini e di avervi dato qualche consiglio utile per evitare di essere colpiti da queste scariche elettriche.

Leggi Anche: Cosa fare durante un terremoto