Siete Qui: eComesifa.it » Casa » Giardino » Lavori nell’orto a Giugno

Lavori nell’orto a Giugno

L’estate è alle porte, cosa c’è da fare? In questo articolo andiamo alla scoperta dei lavori nell’orto a Giugno: cosa piantare, cosa trapiantare e cosa raccogliere.

A Giugno si piantano per lo più ortaggi ma anche erbe aromatiche, si può piantare ancora qualche ortaggio estivo anche se un po’ in ritardo.

Cosa piantare nell’orto a giugno

Se si segue il calendario lunare è consigliabile seminare le verdure di cui ci interessa la parte aerea, come quelle da bacca o frutto, durante la fase crescente, mentre invece le verdure “sotterranee” come radici e bulbi in luna calante.

A giugno si seminano gli ortaggi che si raccolgono in autunno come cavoli, dal cavolfiore alla verza, porri, zucche etc. Si seminano anche le piante aromatiche come prezzemolo, salvia e basilico. Si piantano anche le insalate come rucola, songino, lattughe, cicoria, carote e rapanelli.

Elenco dettagliato di cosa seminare nell’orto a giugno:

  • Porro
  • Prezzemolo
  • Zucca arancione
  • Sedano
  • Sedano rapa
  • Verza
  • Cappuccio
  • Cavolo nero
  • Cavolo rapa
  • Carote
  • Fagioli rossi
  • Bieta da coste
  • Soncino
  • Spinaci
  • Fagiolini
  • Rucola
  • Zucchina
  • Pomodoro
  • Basilico
  • Scorzonera
  • Mais
  • Ravanelli
  • Broccoli
  • Cicoria
  • Barbabietole
  • Catalogna
  • Agretti
  • Pastinaca
  • Camomilla
  • Rosmarino
  • Salvia
  • Finocchi
  • Indivia
  • Meloni
  • Peperoni
  • Rucola
piantare pomodori a giugno

Trapianti nell’orto a giugno

Questo è il mese in cui si effettuano i trapianti di quanto seminato in semenzaio durante i mesi precedenti. Quindi trasferiamo nell’orto piantine di zucche e zucchine, pomodori, peperoni e melanzane, le aromatiche e le fragole.

Irrigazione dell’orto a Giugno

Inizia a fare caldo, piove di meno, in teoria. Se non piove occorre innaffiare le piantine, in particolare quelle più giovani, che ancora non hanno sviluppato radici profonde, e quelle che stanno producendo frutto. Se piove è meglio far scorta di acqua.

Sarchiatura delle infestanti

Non siamo così rigorosi: le piante sono cresciute e possiamo anche tralasciare qualche piantina infestante. Ovviamente andiamo ad eliminare tutte le piante infestanti che possono soffocare le colture, specie quelle rampicanti.

Se le piante infestanti son tante si ricorre alla pacciamatura, coprendo il terreno inoltre si spreca meno acqua per evaporazione.

Effettuiamo dunque un rincalzo, ovvero portiamo la terra verso il piede delle piante, di solito si fa con le solanacee e per i cavoli e per i legumi.

I sostegni per le coltivazioni di Giugno

Gli ortaggi estivi sono cresciuti, è necessario porre i sostegni a tutti gli ortaggi rampicanti. Diversi ortaggi da frutto come pomodori pomodori, peperoni e melanzane sono pronti per il frutto e devono essere sostenuti.

Sarebbe bene porre anche delle reti antigrandine su alcuni ortaggi può essere una precauzione utile, per evitare disastri da temporale estivo.

Cosa si raccoglie a Giugno?

Possiamo raccogliere: zucchine, insalate come lattuga e rucola, sedano e i primi legumi seminati d’inverno (fave, piselli), poi arriva il tempo di melanzane, peperoni e pomodori quindi basilico e timo.

Elenco dettagliato di cosa raccogliere a giugno:

  • Albicocche
  • Asparagi
  • Basilico
  • Carote
  • Cetrioli
  • Ciliegie
  • Fragole
  • Fagioli
  • Fagiolini
  • Fiori di zucca
  • Lamponi
  • Lattuga
  • Lattughino da taglio
  • Limoni
  • Melanzane
  • Meloni
  • Mirtilli
  • Nespole
  • Peperoncini
  • Peperoni
  • Pesche
  • Piselli
  • Pomodori
  • Prugne
  • Radicchio
  • Ravanelli
  • Rucola
  • Spinaci
  • Susine
  • Zucchine
raccolta insalata a giugno

Semenzaio di Giugno

Iniziamo la semina in semenzaio degli ortaggi da raccogliere nei mesi successivi.

Attenzione: non esporre i germogli alla luce del sole diretta. Prima di effettuare il trapianto inumidire bene la terra che contiene le radici della propria piantina ed inumidire anche la buca in cui essa verrà trasferita. Se avviene in vaso è bene cospargerne il fondo con palline di argilla espansa o cocci, così il terreno potrà trattenere maggiormente l’umidità.

Leggi Anche: Cosa coltivare in inverno nell’orto