Come trasformare lo smartphone in una telecamera di sorveglianza

Con i tempi che corrono, niente sembra più al sicuro e se anche voi state pensando di controllare da remoto la vostra casa con un sistema di videosorveglianza, ma non avete un budget elevato, potete farlo ricorrendo a qualche piccolo trucchetto.

Sicuramente avrete in casa un vecchio smartphone che non utilizzate più, bene, lo potete riadattare a telecamera di sorveglianza, spendendo qualche euro per acquistare un treppiede e seguendo la nostra guida.

L’unica accortezza che dovete avere, è quella di connettere il telefonino sulla vostra rete WI-FI protetta da password, altrimenti non sarà difficile entrare e cambiare le impostazioni.

Il nostro tutorial è pensato per chi ha un telefonino con sistema Android, per i possessori di iPhone, presto scriveremo una guida anche per lor.

Come trasformare uno smartphone Android in una telecamera di sorveglianza

Bene, cominciamo. Se avete in giro un telefonino Android che non utilizzate, ci sono molte applicazioni, sia gratuite che a pagamento, in grado di trasformare lo smartphone in un sistema di videosorveglianza.

Abbiamo provato un po’ di App per voi e tra tutte quelle in circolazione, le migliori sono WardenCam e IP WebCam, tutte e due scaricabili da Play Store.

videosorveglianza

I loro punti di forza sono la semplicità di utilizzo e la compatibilità con molti dispositivi Android anche vecchiotti, oltre al fatto di essere App gratuite.

Tutte e due le applicazioni, hanno tra le loro funzioni, il rilevatore di movimento, la visione notturna e la registrazione di quello che è accaduto in vostra assenza.

L’unica differenza è che mentre IP Webcam richiede una connessione di rete wi-fi, WardenCam supporta anche la connessione dati 3G/4G /LTE.

Scegliete quella che più si avvicina alle vostre esigenze, scaricatela dal Play Store e installatela sullo smartphone.

Come collegare lo smartphone al computer

Naturalmente, per sfruttare nel migliore dei modi questo sistema di videosorveglianza, sarebbe opportuno passare tutto al PC, purtroppo però, WardenCam non offre per ora questa funzionalità, quindi dovete accontentarvi di gestire tutto tramite telefonino.

Se la vostra scelta è caduta su IP Webcam, invece ci sono delle funzioni molto interessanti da sfruttare con il computer.

Potrete infatti controllare quello che succede in casa, su qualsiasi computer connesso ad internet utilizzando per esempio il famoso VLC Media Player.

Vi basterà aprire VLC, andare su Media > Apri flusso di rete, inserire l’URL scelto sullo smartphone con installato IP WebCam e cliccare sul pulsante Riproduci.

Sul monitor del computer, come per magia, visualizzerete le immagini di casa vostra in modo da stare più tranquilli.

Leggi Anche: Come ripristinare il computer al giorno prima


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here