Come smacchiare i capi ingialliti

Può capitare di usare biancheria tenuta nei cassetti da un po’ di tempo e ritrovarla ingiallita, ha un aspetto vecchio e fa anche un cattivo odore, così non sappiamo come fare.

Siamo costretti a rilavarla, sperando che si sbianchi, ma invece resta ugualmente sporca, gli aloni, specie quelli sotto le ascelle restano intatti. Certo che possiamo indossare capi in queste condizioni e allora come possiamo fare?

In questi casi, ci vorrebbe la nonna che le sapeva tutte, con i suoi metodi naturali ci sapeva stupire sempre e con le sue mani sapienti si metteva a lavare con tanta santa pazienza e otteneva dei risultati magnifici, ma fortunatamente molti di noi siamo stati ben istruiti e sappiamo quali sono i rimedi naturali di un tempo che funzionano anche oggi.

Le lenzuola, le magliette, oppure la biancheria intima che vogliamo sbiancare, prima di essere lavate in lavatrice devono essere pretrattate.

[asa2]B00E4L05NS[/asa2]

Per ottenere dei risultati sbalorditivi e quindi mantenere i capi sempre bianchi ecco qualche consiglio utile:

  • non lavare i capi bianchi con quelli scuri, per evitare che perdano il loro colore naturale, infatti a lungo andare si ingrigiscono e non hanno più il colore brillante di un tempo.
  • il lavaggio in lavatrice deve essere di almeno di 40 gradi, infatti il calore mantiene i capi sempre bianchi e puliti.
  • se l’acqua è ricca di calcare dovete usare una quantità maggiore di detersivo e mettere in lavatrice un anticalcare che aiuta anche la lavatrice a non rovinarsi.
  • per avere una lavatrice sempre pulita, almeno una volta al mese attivate il lavaggio a 90° senza carico.

Per ottenere capi bianchi non dovete infilarli direttamente in lavatrice, ma dovete pretrattarli con dei prodotti specifici.

Per pretrattare i capi prima di lavarli in lavatrice ecco cosa occorre:

  • acqua calda
  • sapone di marsiglia
  • bicarbonato
  • aceto bianco
  • sale grosso
  • detersivo a mano
  • una bacinella

Ora è il momento di pretrattare.

Ecco come si fa per pretrattare:

  1. Prendete il capo di cotone ingiallito come una maglietta e bagnatelo con l’acqua calda, posta in una bacinella.
  2. Nel frattempo, preparate un composto formato da bicarbonato, sapone di marsiglia e un detersivo liquido.
  3. Distribuite il preparato sulla parte da trattare e strofinate con vigore.
  4. Lasciate agire per almeno una mezz’ora, ponendo il capo anche all’aperto sotto i raggi del sole, quindi immergete il capo in acqua calda e lasciate agire per altri 30 minuti, tenendo anche la bacinella al sole, per mantenere il calore dell’acqua.
  5. Strizzate il tessuto e ripassate una seconda volta il composto e strofinate ancora la parte ingiallita.

Per capi esageratamente sporchi, potete, anche, immergere la biancheria in una bacinella con abbondante acqua fredda, sale grosso e mezzo bicchiere di aceto e lasciare agire per 1 ora.

Senza sciacquare, infilate in lavatrice la biancheria trattata e lavatela con l’altra, ad una temperatura non inferiore ai 40 gradi, usando il vostro detersivo per lavatrice.

Se in lavatrice la biancheria da lavare è tutta bianca, potete aggiungere nello scompartimento dell’ammorbidente, un bicchiere di vino bianco che, oltre a sbiancare, eliminerà completamente gli odori sgradevoli, donando una sensazione di fresco pulito.

Stendete i panni bianchi sotto i raggi del sole ed esponete le parti interessate, in maniera più evidente. Vedrete che con questo trattamento, la vostra biancheria ritornerà  come nuova. I rimedi naturali sono sempre i migliori.

[asa2]B0123C4TN6[/asa2]

Tag:, , , , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares