Siete Qui: eComesifa.it » Casa » Come scegliere una pianta da appartamento

Come scegliere una pianta da appartamento

Collocare delle piante nel proprio appartamento non può che essere un’ottima idea: al di là dell’aspetto decorativo, che è sicuramente quello più noto, le piante assicurano una vera e propria azione purificatrice che rende più salubre l’aria che viene respirata in casa.

come scegliere la giusta pianta da appartamento

Ma come vanno scelte le piante da appartamento? Gli aspetti a cui badare sono diversi, facciamo il punto su quelli più importanti.

Limitare la scelta alle sole piante da appartamento

Anzitutto, bisogna tener presente che non tutte le piante possono essere tenute in casa: molte specie, infatti, hanno delle caratteristiche biologiche per le quali la permanenza in un ambiente indoor si rivelerebbe deleteria, il primo passo è dunque quello di limitare la propria scelta esclusivamente alle piante che possono essere tenute al chiuso.

Questo step non è complicato, neppure per chi non ha alcuna conoscenza del vasto e variegato mondo delle piante: gli store dedicati a questi articoli “green”, come Codiferro.it, sono soliti proporre le piante da appartamento in apposite categorie, dunque non ci si può sbagliare.

Informarsi sulla “difficoltà” di una pianta

Affinché la scelta della pianta si riveli appropriata, tuttavia, bisogna prestare attenzione anche ad altre informazioni.

Anzitutto è sicuramente un buon consiglio quello di informarsi, a livello generale, su quale sia il livello di complessità di gestione della pianta che si sta valutando: i neofiti dovrebbero orientarsi su piante piuttosto semplici, mentre chi ha più esperienza e maggiori competenze biologiche può scegliere anche di acquistare delle specie più ostiche.

La frequenza degli interventi di cura

Un altro parametro molto importante è inoltre quello riguardante la frequenza con cui è necessario provvedere alla cura della pianta.

Quest’aspetto potrebbe essere confuso con quello di cui si è detto in precedenza, ovvero con il livello di complessità gestionale di una determinata specie, ma in realtà non è così: una pianta di semplice gestione, infatti, potrebbe richiedere interventi manutentivi molto saltuari, e lo stesso vale per il contrario.

Da questo punto di vista, la scelta dev’essere effettuata considerando prevalentemente la propria disponibilità di tempo, o comunque quanto tempo si vuol dedicare alla pianta: se si lavora e si trascorre poco tempo a casa è bene optare per una pianta che ha esigenze minime, se invece non è un problema dedicarsi alla pianta anche quotidianamente, vivendo così questa passione come un vero e proprio hobby, non sarà di certo un problema orientarsi verso piante che necessitano di cure costanti.

Le potenzialità di crescita della pianta

Quando si acquista una pianta da appartamento bisogna inoltre informarsi sulle sue dimensioni potenziali, ovvero su quanto un esemplare è in grado di crescere.

quali sono le piante da appartamento

In linea generale, per le piante da appartamento è un buon consiglio quello di orientarsi su specie medio-piccole, ma quel che va evitato è soprattutto l’acquisto di piante che si presentano inizialmente con piccole dimensioni, ma che possono poi crescere maniera copiosa: in casi simili, infatti, diverrebbe necessario il rinvaso e l’impiego di spazio potrebbe divenire eccessivo.

Il fabbisogno di luce solare

Tra le esigenze delle piante, inoltre, ha sempre una particolare rilevanza il fabbisogno di luce solare.

Sebbene la scelta sia limitata, come detto, alle sole piante d’appartamento, quest’ultime possono comunque necessitare di una cospicua quantità di ore di esposizione ai raggi del sole, quindi bisogna aver ben presente in che punto della casa di prevede di collocare la nuova pianta.

Se il punto d’interesse non è soleggiato a lungo nel corso della giornata, o comunque se si trova in una stanza poco luminosa, è sicuramente bene orientarsi verso delle specie che non abbiano delle particolari esigenze da questo punto di vista.

L’estetica è importante, ma non bisogna fermarsi ad essa

Sono questi, dunque, i principali aspetti da tener presente nel momento in cui si sceglie una pianta.

Ovviamente, anche l’estetica della specie ha la sua rilevanza, ma l’errore che va assolutamente evitato è quello di scegliere solo in base all’aspetto senza informarsi sulle esigenze della pianta in questione: le piante, non bisogna dimenticarlo, non sono degli oggetti, ma dei veri e propri esseri viventi, di conseguenza acquistarne una significa assumersi piena responsabilità del relativo benessere.

Leggi Anche: Come coltivare e curare le orchidee in casa

15%
(* = link affiliato / fonte immagine: Programma Affiliazione di Amazon)
×
Prezzi e disponibilità dei prodotti sono accurate alla data / ora indicata e sono soggette a modifiche. Qualsiasi prezzo e la disponibilità delle informazioni visualizzate su https://www.amazon.it/ al momento dell'acquisto si applica per l'acquisto di questo prodotto.