Come ristrutturare i capelli dopo una tinta

capelli dopo la tinta

Dopo una tinta, specialmente se a base di ossigeno e di ammoniaca, i capelli risultano visibilmente più spenti, secchi, opachi, aridi, crespi e gonfi.

Oltre agli effetti estetici, i capelli sono strutturalmente danneggiati, sfibrati e possono spezzarsi facilmente.

Per questo motivo, dopo una tinta, è essenziale riequilibrare la propria chioma, sopratutto per evitare il proliferare delle doppie punte. A tal proposito, oggi vi mostriamo una semplice guida, che vi suggerirà come ristrutturare i capelli dopo una tinta.

Ecco come fare:

1) Evitate il calore: Il calore è uno dei principali nemici dei capelli sani ma sopratutto di quelli danneggiati. Dopo una tinta, infatti, dovete assolutamente evitare di abusare del phon e dovete eliminare l’utilizzo di piastre e arricciacapelli.

Chiudere le squame dei capelli con il phon può essere utilissimo per evitare la proliferazione di batteri, germi e altre sostanze dannose contenute, ad esempio, nei raggi solari e nello smog; tuttavia, non bisogna abusarne, per evitare che le punte, indebolite, si spezzino.

2) Fate impacchi: Dopo una tinta è necessario sicuramente fortificare la chioma, eseguendo impacchi all’uovo, all’olio di cocco, all’olio di mandorle, ecc. Applicateli prima dello shampoo per circa 3 o 4 ore, dopo di che risciacquate abbondantemente con acqua e con i soliti prodotti che utilizzate. Noterete i vostri capelli più morbidi, meno crespi e più facilmente domabili.

3) Non legate i capelli: Essendo in questo momento i capelli molto fragili e compromessi, viene spontaneo raccoglierli in una coda o in una treccia per domarli e disciplinarli. Tuttavia questa scelta può rivelarsi controproducente in quanto elastici, forcine e altri accessori troppo stretti o dalle prese aggressive possono strappare facilmente i capelli.

4) Non eseguite trattamenti: Dopo una tinta è altamente sconsigliato effettuare ulteriori tinte, decolorazioni, stiraggi, permanenti o altri trattamenti che potrebbero letteralmente distruggere le fibre del capello, facendo cadere la chioma a ciocche.

5) Accorciate le punte: Quando i capelli sembrano rovinati, le zone che appaiono maggiormente danneggiate sono sicuramente le punte. Doppie punte, secchezza e crespo sono i principali segnali che ci consentono di capire se dobbiamo o meno spuntare qualche centimetro. Dopo una tinta, sembra essere davvero un must accorciare i capelli per rinvigorire la chioma.

Leggi Anche: Rimedi naturali per le labbra secche e screpolate


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here