Come rimuovere il tartaro dai denti

Avere sui denti le macchie di tartaro, da sicuramente un’immagine negativa di noi. Quel fastidioso strato giallo rovina l’aspetto generale del viso e può causare la formazione della carie. Ma allora, come si fa per rimuovere il tartaro dai denti?

Intanto bisogna sapere che il tartaro è la calcificazione della placca batterica sui denti. Si presenta come uno strato giallastro o marrone, tra le gengive e i denti.

Il tartaro, oltre ad essere antiestetico, può provocare diversi problemi ai denti, come ad esempio la parodontite, che provoca carie, emorragie e alitosi.

Consigli per rimuovere il tartaro dai denti

Il più delle volte, il tartaro, è causato dalla cattiva igiene orale, ma ci possono essere anche altri problemi che portano alla sua formazione, come ad esempio l’assunzione di alcuni medicinali oppure malattie come il diabete.

Continuando a leggere il nostro articolo, trovate tre consigli utili per eliminare il tartaro e prevenire la sua formazione.

Leggi Anche: Rimedi naturali per sbiancare i denti

Spazzolare bene i denti

Innanzitutto, per evitare la formazione e combattere il tartaro, bisogna spazzolare regolarmente i denti, in modo da eliminare la placca batterica.

tartaro denti

Spazzolare i denti in maniera corretta, è essenziale per la nostra salute orale e per combattere il tartaro. E’ buona norma spazzolare i denti dopo ogni pasto.

Da tenere presente, che anche spazzolino e dentifricio utilizzati per l’igiene orale sono importanti e i dentisti raccomandano sempre di utilizzare uno spazzolino elettrico con setole morbide, perché quelli più duri a lungo andare potrebbero consumare lo smalto dei denti.

Utilizzare il filo interdentale per prevenire il tartaro

Uno strumento indispensabile per una corretta igiene orale è il filo interdentale. Il filo interdentale, infatti, aiuta ad eliminare i batteri e residui di cibo che rimangono incastrati tra i denti e aiuta a prevenire la formazione della placca.

utilizzare il filo interdentale

Per avere dei benefici dal suo utilizzo, bisogna passarlo delicatamente tra i denti, almeno una volta al giorno prima di andare a dormire, anche se la cosa ideale sarebbe l’utilizzo prima di lavare i denti. 

Pulizia approfondita dei denti

Anche rispettando i consigli indicati nelle righe precedenti, di tanto in tanto può essere utile far eseguire la pulizia dei denti dal dentista di fiducia.

A maggior ragione, se sui denti è già presente il tartaro, solo una pulizia approfondita con degli strumenti adatti, sarà in grado di eliminarlo. Una volta che il tartaro sarà stato rimosso dal dentista, potrete seguire i nostri consigli per evitarne la formazione.

Leggi Anche: Come sbiancare i denti con il carbone attivo