Siete Qui: eComesifa.it » Casa » Come pulire il forno

Come pulire il forno

Il compito di pulire il forno può apparire complesso ma se si seguono alcune semplici passaggi risulterà semplice e anche veloce. In questa guida ti propongo dei prodotti naturali per la pulizia del tuo forno che puoi effettuare in rapidità e senza troppi sforzi.

come pulire il forno con aceto e limone

Questi rimedi riescono a far brillare il forno in poco tempo e con poca fatica. Che il tuo forno sia elettrico oppure a gas ha poca rilevanza, le tecniche di pulizia naturale si possono applicare comunque. Se impieghi il forno in modo costante, sarebbe opportuno che venisse pulito almeno una volta a settimana, occorre se vuoi evitare le incrostazioni che tendono a diventare sempre più difficili da rimuovere con lo scorrere del tempo.

Nei casi in cui ciò avvenisse dovresti lasciar perdere soluzioni naturali per scegliere soluzioni più aggressive, in special modo se il forno è quello di un ristorante o di una mensa.

Quali prodotti naturali impiegare per pulire il forno

Esistono agenti naturali utili a permetterti di pulire il forno, esempi ne sono disincrostanti come:

  • aceto
  • bicarbonato
  • sale grosso
  • limone.

Utilissimi per pulire e sgrassare il forno. Inoltre questi agenti non impattano sull’ambiente a differenza di quelli che puoi trovare in commercio.

I rimedi naturali e le tecniche per pulire il forno

I rimedi naturali sono quelli più antichi e più sostenibili dal punto di vista ambientale, basti pensare alle nostre nonne che per pulire non potevano avvalersi di prodotti chimici ma realizzavano le loro saponette in casa, recuperando la cenere che è (già di suo) un ottimo agente pulente e disinfettante.

sgrassare il forno

I migliori sgrassatori, che trovano accoglimento anche nei prodotti industriali, sono quelli menzionati in precedenza, ovvero bicarbonato, aceto, sale grosso e limone.

La loro azione sgrassante viene riconosciuta anche dalle industrie come detto, e se presi da soli questi “ingredienti” risultano ecologici e biodegradabili.

Come utilizzare il bicarbonato ed il sale grosso

I due componenti vanno uniti in una tazza aggiungendo l’acqua (o alternativamente l’aceto di vino). Facendo ciò potrai ottenere uno dei migliori metodi naturali per pulire il forno in un tempo ridotto e senza sforzi di sorta.

Prima di tutto devi mescolare bene il sale ed il bicarbonato di sodio, solo successivamente procederai andando ad aggiungere gradualmente l’acqua fin quando il composto diventa denso e cremoso, ma non dovrà essere eccessivamente liquido altrimenti rischierebbe di colare quando effettui la pulizia del forno. Questa “pasta” va sparsa sull’intera superficie del forno, sia nella parte interna, sia in quella esterna, per distribuirla puoi impiegare un panno di cotone. Dovrai lasciare agire per un ora.

Una volta che sarà trascorsa l’ora nella quale il composto avrà agito, puoi procedere risciacquando con acqua tiepida tutte le superfici; il forno a questo punto risulterà splendente e del tutto disincrostato.

Potrebbe però capitare che la parte in vetro non risulti luminosa o presenti ancora piccole incrostazioni, in questo caso potrai ripetere l’operazione unicamente su queste aree.

Ma con una differenza, in questa seconda passata al composto dovrai aggiungere al posto dell’acqua, un po di detersivo ecologico per i piatti. Lascia agire per 30 minuti e rimuovi bene la pasta con un panno o aiutandoti con un raschietto, anche il vetro a questo punto risulterà luminoso e completamente disincrostato.

Come pulire impiegando acqua e limone

Come anticipato puoi scegliere di pulire il tuo forno impiegando una serie di ingredienti, tra questi anche il limone che è uno sgrassatore naturale. Per la pulizia del forno puoi impiegare una soluzione fatta da acqua e limone.

Per utilizzare questa tecnica, ti basta prendere una teglia che abbia i bordi alti a cui aggiungerai un dito di acqua, ti occorrerà il succo di tre limoni di grandi dimensioni.

disinfettare il forno in modo naturale

Una volta spremuti i limoni nell’acqua e all’interno della teglia, posiziona quest’ultima in forno ad una temperatura di 180°C. Fai passare 30 minuti e noterai come l’acqua sia evaporata attaccandosi alle pareti del forno eliminando lo sporco incrostato.  Una volta che avrai spento il forno e dopo che il limone avrà svolto il suo compito, potrai con un semplice panno andare a rimuovere lo sporco dalle pareti del forno. Se usi il limone il forno oltre che pulito e lucente sarà anche profumato.

L’impiego dell’aceto

Uno dei modi più classici e antichi per pulire il forno è quella che prevede l’uso dell’aceto, la tecnica da impiegare è simile a quella con il limone.

Stessa tecnica solo che qui le dosi di aceto variano, nella teglia va inserito un bicchiere pieno di aceto di vino. Quando l’acqua bolle va trasferita in una teglia o nel medesimo tegame se riesci ad inserirlo nel forno che dovrà essere preriscaldato a 150°C. Dopo 15 minuti la sostanza sarà solo in parte evaporata e avrà ammorbidito le incrostazioni. Infine, una volta che avrai spento il forno e quest’ultimo si sarà freddato abbastanza da permetterti di pulire le superfici interne, procedi nell’eliminare grasso ed incrostazioni.

Leggi Anche: Come pulire la lavatrice

9%
(* = link affiliato / fonte immagine: Programma Affiliazione di Amazon)
×
Prezzi e disponibilità dei prodotti sono accurate alla data / ora indicata e sono soggette a modifiche. Qualsiasi prezzo e la disponibilità delle informazioni visualizzate su https://www.amazon.it/ al momento dell'acquisto si applica per l'acquisto di questo prodotto.