Siete Qui: eComesifa.it » Casa » Come pulire e disinfettare casa in modo accurato

Come pulire e disinfettare casa in modo accurato

La pulizia approfondita della casa comporta il lavaggio di teppeti, copriletti, armadi e tutte quelle cose presenti in un abitazione, che di solito vengono tralasciate. Con la quarantena e il pericolo coronavirus (COVID-19), però, disinfettare la casa in ogni suo angolo diventa di vitale importanza per liberarsi da potenziali allergeni, quindi rimbocchiamoci le maniche e “ribaltiamo la casa”.

Un primo consiglio che possiamo darti è di redigere un “piano di intervento” con un elenco di compiti essenziali, magari quelli che hai evitato di fare da molto tempo. 

Altra cosa importante è quella di “ispezionare” tutte le stanze per scoprire i punti che richiedono un trattamento particolare e una volta che hai completato la lista, pensare da dove iniziare.

Tutti gli esperti raccomandano di utilizzare prodotti usa e getta quando si vuole disinfettare in modo approfondito la casa. Utilizzare guanti monouso, strofinacci nuovi panni e gel disinfettante prima e dopo la pulizia della casa, è molto importante.

Allora, fatta una doverosa introduzione, possiamo iniziare a pulire la casa e ridurre al minimo il rischio di contagio.

1 – Liberare Spazio

Innanzitutto, prima di iniziare a pulire, può essere necessario liberare spazio, ordinando e sbarazzandosi di tutto quello che non serve oppure non funziona. 

Se ad esempio un oggetto non è stato usato nell’ultimo anno, è molto probabile che non abbia più nessuna utilità, quindi puoi decidere se dare questi oggetti in beneficenza, venderli su internet oppure buttarli via.

2 – Disinfettare il bagno e la cucina

Tra le stanze che hanno bisogno di una pulizia più approfondita, perché in esse possono proliferare i batteri, sono sicuramente i bagni e la cucina. Secondo gli esperti, utilizzare ammoniaca e candeggina per la pulizia approfondita della casa, dovrebbe essere la prassi. Potete utilizzare la candeggina su tutte le superfici del bagno e della cucina come lavandino, sanitari, rubinetti e termosifoni.

pulire il bagno e la cucina

Ricordate che non è sufficiente mettere un po’ di prodotto per eliminare tutti i batteri, ma devi insistere parecchio su queste aree perché sono più esposte a rischio.

3 – Pulizia approfondita di pensili della cucina

Passiamo alla pulizia della cucina e dei suoi pensili. Con molta probabilità, nei pensili della cucina, oltre alla normale polvere che potrebbe essersi accumulata, troverete briciole di cibo, zucchero, chicchi di riso e molta altra sporcizia.

Per prima cosa, svuotate tutti i pensili e poggiate il contenuto sul tavolo, quindi iniziate a pulire da un’estremità della cucina all’altra concentrandovi prima sui pensili e lasciando i cassetti e gli armadietti inferiori per dopo.

Utilizzate un buon aspirapolvere per aspirare all’interno di tutti i pensili, quindi spruzzare un detergente per superfici e passare un panno in microfibra per rimuoverlo. Se trovate delle macchie o delle incrostazioni dentro i pensili, rimuoveteli utilizzando del bicarbonato di sodio (cospargete la macchia con il bicarbonato e poi strofinate con una spugna).

Poi concentratevi sugli armadietti inferiori con lo stesso metodo. Per il lavandino, potete utilizzare la stessa tecnica utilizzata per i sanitari del bagno.

4 – Biancheria per il letto e i divani

Sul divano di casa si sono sicuramente seduti ospiti, sdraiati animali domestici e lasciati vari oggetti di uso quotidiano e questo porta il divano ad essere sicuramente uno dei punti della casa di maggiore infezione.

coronavirus biancheria

Quelli con la fodera sono semplici da disinfettare, basterà rimuoverla e metterla in lavatrice. Se il vostro divano è in pelle, la cosa migliore da fare è lavarlo con un panno e un prodotto adatto.

Visto che vi state dedicando alla pulizia approfondita della casa, vi consigliamo di pulire a fondo tutti i tessuti presenti in casa che possono essere messi in lavatrice, come lenzuola, federe, tende, asciugamani e accappatoi. Aggiungete al lavaggio un po’ di candeggina nel bucato bianco o colorato.

5 – Disinfettare i pavimenti

Per disinfettare i pavimenti potete utilizzare prodotti a base di cloro attivo allo 0,1%. Prima di passare il prodotto disinfettante, però, consigliamo di pulire i pavimenti con un panno inumidito con acqua e sapone in modo da rimuovere lo sporco superficiale. 

Ci sono in commercio moltissimi prodotti a base di cloro attivo, ma bisogna leggere bene l’etichetta e vedere le percentuali.

Tra i prodotti a base di cloro attivo utili per eliminare il virus e disinfettare i pavimenti c’è la candeggina che in commercio si trova con il 5-10% di contenuto di cloro. Bisogna quindi leggere bene l’etichetta del prodotto e in base al contenuto di cloro attivo, diluire la candeggina con acqua nella giusta misura.     

Se ad esempio il vostro prodotto ha un contenuto di cloro al 5%, per ottenere la giusta percentuale di 0,1% di cloro attivo vuol dire che ogni 100 ml di prodotto (candeggina al 5%) va diluito in 4,9 litri di acqua.

6 – Pulizia delle finestre

Anche le finestre devono essere disinfettate e per pulire i vetri, potete utilizzare l’ammoniaca allungata con un po’ di acqua che ha un ottimo potere sgrassante. Ricordate di utilizzare guanti e mascherina perché è un prodotto molto abrasivo.

pulizia delle finestre

Se volete evitare di utilizzare l’ammoniaca, in alternativa prova l’aceto. Per usarlo dovete solo diluirlo in acqua calda e versare la miscela dentro un flacone con beccuccio spray. Per alleviare l’odore dell’aceto, mescolate nella miscela qualche goccia di limone. 

Per la pulizia dei telai delle finestre, invece, cercate di evitare di utilizzare prodotti corrosivi e preferite passare un panno in microfibra con un detergente delicato.

7 – Disinfettare altri oggetti presenti in casa

Non bisogna dimenticare di disinfettare anche tutti gli altri oggetti presenti in casa di uso quotidiano e che tocchiamo spesso. Stiamo parlando di porte, maniglie, abbigliamento, televisioni e telecomandi e poi smartphone, tablet e tutti gli apparecchi elettronici.

Per questi oggetti è fondamentale una disinfezione costante e per farlo esistono in commercio delle salviettine disinfettanti imbevute di alcol.

Leggi Anche: Come disinfettare i dispositivi elettronici contro il Coronavirus