Come preparare il panforte classico

Il panforte è un dolce che appartiene alla tradizione senese conosciuto in tutto il mondo ed è ideale da gustare durante le festività natalizie.

Per un’idea da preparare durante le festività, vi proponiamo un dolce molto buono e ricco di sapore, grazie alla quantità di aromi e alla frutta candida che gli dona tutte le caratteristiche adatte a una festa come quella del Natale.

Il procedimento della preparazione del panforte è facile e gli ingredienti facilmente reperibili in qualsiasi supermercato. Ve lo consigliamo, con la nostra ricetta otterrete un dolce elegante che potrete regalare ad amici e parenti, confezionandolo con della carta lucida e trasparente. Sarà apprezzato certamente.

Ingredienti:

  • 350 gr di frutta candita
  • 400 gr di mandorle
  • 350 gr di zucchero, 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 100 gr di farina
  • 130 gr di miele
  • 1/2 cucchiaino di cannella, 1/2 cucchiaino di noce moscata
  • 2 chiodi di garofano
  • 40 gr di ostie
  • 10 gr di pepe, 5 gr di coriandolo

Procedimento del panforte classico

  1. In un pentolino, lasciate sciogliere, sulla fiamma dolce, il miele con lo zucchero e mescolate delicatamente fino a quando prenderanno un colore dorato.
  2. Togliete il pentolino dalla fiamma e aggiungete le mandorle che avete precedentemente tostato e la frutta candita tagliata in piccoli pezzi.
  3. Amalgamate bene e aggiungete anche la farina setacciata e gli aromi come i chiodi di garofano tritati, la noce moscata, il pepe, la cannella e i semi di coriandolo pestati e mescolate ancora.
  4. A questo punto, rivestite una teglia rotonda con la carta da forno e mettete sulla base l’ostia e versatevi l’impasto.
  5. Infornate il panforte per 30 minuti a 150°C.
  6. Sfornate il dolce e spolverizzatelo con zucchero a velo.
  7. Lasciate raffreddare prima di servire.

Se avete deciso di regalare il panforte, mettetelo su un vassoio che donerete assieme al dolce e incartate con della carta trasparente. Farete un gran figurone.


Tag:, , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares