Siete Qui: eComesifa.it » Casa » Giardino » Come preparare dei fertilizzanti naturali

Come preparare dei fertilizzanti naturali

Per aggiungere più nutrienti e aumentare la fertilità del terreno, è buona norma utilizzare dei fertilizzanti organici naturali. Un modo molto economico per fare dei fertilizzanti consiste nell’utilizzare i rifiuti organici che vengono generati in casa quotidianamente. 

Produrre dei fertilizzanti naturali con i rifiuti organici ci consente, oltretutto, di avere tre vantaggi: si utilizzano meno fertilizzanti sintetici per il nostro orto, si producono meno rifiuti da smaltire a casa e si risparmia nell’acquisto dei fertilizzanti.

In questo nuovo articolo di eComesifa.it, vi indichiamo come fare per preparare fertilizzanti naturali organici fatti in casa per piante in modo facile.

Meglio utilizzare fertilizzanti organici

Come detto, ci sono diversi vantaggi nell‘utilizzare fertilizzanti organici per il vostro orto o giardino, perché se si utilizzano quelli sintetici, a lungo andare, la qualità del terreno tenderà a peggiorare e oltretutto solitamente sono velenosi se non maneggiati con cura.

fertilizzare il terreno in modo naturale

I migliori fertilizzanti naturali che troviamo in casa

Di seguito vi indichiamo alcuni prodotti che possono essere utilizzati in giardino per migliorare la fertilità del terreno e che sono facilmente reperibili in casa:

Buccia di banana

Grazie all’alto contenuto di potassio, la banana è molto utile come nutriente per le piante, specialmente per la fioritura. Dopo aver mangiato una sana banana, quindi, utilizzate la buccia per fertilizzare il terreno delle vostre piante.

Fondi di caffè

Anche i fondi di caffè sono un buon fertilizzante naturale, questo perché il caffè fornisce azoto, un nutriente importantissimo per le piante. Mescolate i fondi del caffè direttamente al terreno, oppure cospargete la superficie vicino le piante.

Gusci delle uova

I gusci d’uovo sono molto utili in giardino perché forniscono alcune sostanze nutritive ottime per le piante, come ad esempio il carbonato di calcio. Oltretutto, i gusci delle uova, fungono che repellente naturale per i parassiti. Potete triturare bene i gusci e mescolarli al fertilizzante naturale che utilizzate solitamente, oppure ridurli in polvere e cospargerle intorno alle vostro piante.

Leggi Anche: Come utilizzare gusci delle uova in giardino

Cenere prelevata dal camino

Anche la cenere fornisce grandi quantità di nutrienti come potassio e carbonato di calcio. Questi due elementi sono ideali come fertilizzante, ma non utilizzate la cenere direttamente su terreni alcalini o vicino piante acidofile.

Il letame

Sicuramente uno dei fertilizzanti organici migliori e che più fa’ bene al terreno. Se avete galline, conigli oppure capre, potete utilizzarne gli escrementi per preparare degli ottimi fertilizzanti. Gli unici che consigliamo di applicare direttamente sul terreno, però, sono gli escrementi di coniglio, ricchi di azoto. Quelli degli altri animali, invece, prima di essere utilizzati dovrebbero prima passare attraverso un processo di compostaggio.

Come fare un fertilizzante naturale

Dopo aver visto un po’ di rifiuti che possono essere utilizzati come fertilizzanti, vediamo come si prepara un fertilizzante organico ottimo. Dobbiamo dire, infatti, che anche se alcuni dei rifiuti indicati in precedenza possono essere utilizzati direttamente sul terreno, sarebbe bene creare un compost, come spiegato di seguito.

Occorrente:

Come preparare il fertilizzante con i rifiuti organici

  1. Per prima cosa, bisogna praticare dei fori sul coperchio del contenitore;
  2. Posizionare circa 10 cm di terriccio all’interno (regolatevi in base alle dimensioni del contenitore);
  3. Aggiungere quindi i rifiuti organici, come quelli indicati in precedenza, facendo attenzione che non siano rifiuti di origine animale come avanzi di carne;
  4. Ogni 15 giorni circa, dovete mescolare per bene il compost con una pala, in modo da portare i rifiuti in superficie e viceversa. Questo passaggio è importantissimo per creare il fertilizzante organico naturale.
preparare fertilizzante naturale

Dopo qualche settimana, vedrete comparire dentro il contenitore insetti e vermi. Questo vi farà capire che il processo di decomposizione è avviato e sta andando tutto bene. Quando il terreno diventa scuro e i rifiuti organici saranno totalmente decomposti, potrete utilizzare il fertilizzante naturale fai da te in giardino o nell’orto.

Per l’applicazione consigliamo di posizionare il fertilizzante intorno alle radici delle piante e di spanderlo bene con un rastrello o qualche altro strumento.

Leggi Anche: Come fare humus di lombrico