Come prendersi cura della pelle del bambino

Essendo molto delicata, la pelle del bambino ha bisogno di molte più cure rispetto alla pelle delle persone adulte.

Prendersi cura della pelle dei bambini è molto semplice, c’è bisogno solo di trattamenti delicati con prodotti naturali che rendano la pelle sana e pulita.

Eseguire la pulizia della pelle del bambino è molto importante, perché dovete sapere che dalla nascita al primo anno di vita, la sensibilità dei bimbi è molto sviluppata e massaggiando e accarezzando il loro corpicino, aiuta a sviluppare le connessioni neurali.

Leggi Anche: Dentizione del neonato: come alleviare il dolore

Cura della pelle del bambino

Come per gli adulti, anche la pelle dei bambini svolge la funzione di barriera contro gli agenti esterni, anche se non essendo completamente sviluppata i vari strati che la compongono sono più sottili e di conseguenza hanno bisogno di maggiori cure.

igiene neonati

Detto questo, possiamo dire però che non è complicato curare la pelle dei bambini, bisogna fare solo un po’ di attenzione e scegliere i prodotti giusti.

Cura della pelle del bambino al momento del bagno

Per il neonato, fare il bagnetto, è sempre un’esperienza piacevole, l’importante è che la temperatura dell’acqua sia intorno ai 37°C e che per i primi giorni di vita, non vengano usati detergenti. Consigliamo comunque di fare il primo bagnetto al neonato, dopo almeno 4 o 5 giorni dalla nascita.

bagnetto neonato

Passati i primi giorni, che solitamente sono i più delicati, fare il bagnetto al bambino diventerà una delle attività più belle che svolgerete durante la giornata. Il contatto con il bebè, infatti, è una delle cose più piacevoli al mondo. Sconsigliato l’uso di spugne sulla pelle del bambino, in quanto possono essere attaccate da batteri e funghi.

Naturalmente, nei primi mesi di vita del bambino, durante il bagnetto dovrete concentrare la pulizia soprattutto sotto le pieghe del collo, perché quando beve il latte potrebbero restare dei residui e poi nelle parti intime.

Cura della pelle del bambino dopo il bagnetto

Innanzitutto, fate attenzione al numero di bagni che fate al bambino durante i primi mesi di vita, perché anche se si usa solo acqua per lavarlo, il pH della pelle viene alterato. Quando poi iniziate ad utilizzare dei detergenti, assicuratevi che abbiano un pH neutro.

Una volta finito il bagnetto, è molto importante asciugarlo per bene con un asciugamano morbido di cotone. Se non asciugate bene sotto le pieghe della pelle, si possono formare delle irritazioni o infezioni dovute all’umidità dell’acqua. Finito il bagno, è buona norma tagliare le unghie del bambino, perché potrebbe graffiarsi sul viso.

Evitate di utilizzare creme e cremine sulla pelle dei neonati per i primi mesi di vita, perché possono causare allergie e irritazioni.

irritazione sulla pelle dei bambini

Proteggere la pelle del bambino

Una volta fuori da casa, il bambino sarà inevitabilmente esposto agli agenti atmosferici come sole, vento e freddo, quindi bisogna prendere le dovute precauzioni.

La luce del sole, ad esempio, è molto importante è reca sicuramente dei benefici al bambino. Di norma bisognerebbe far prendere 10 minuti di luce solare al giorno ai neonati, ma si devono evitare sicuramente le ore più calde. Per i primi 6 mesi di vita è sconsigliato l’uso di protezioni solari.

Anche le passeggiate all’aria aperta, sono importanti, ma ricordate di proteggere bene i bambini dal freddo e dal vento coprendoli con vestiti adeguati.

Conclusioni

In questo articolo, abbiamo cercato di darvi delle indicazioni di massima sulla cura della pelle del bambino, bisogna però non esagerare con la pulizia, perché come detto i neonati hanno la pelle molto delicata.

Leggi Anche: Corsi di nuoto per neonati: cosa sono e perché sono utili