Come funziona l’assicurazione sulla vita

polizze vita

L’assicurazione sulla vita è una soluzione ottimale per garantire un futuro sereno e continuità economica ai familiari in caso di decesso prematuro di chi provvede al loro sostentamento.

Coloro che rappresentano l’unica fonte di reddito di una famiglia, hanno figli piccoli e un partner che non lavora, possono trovare nell’assicurazione sulla vita un valido strumento per tutelarli dall’incertezza della vita e dare loro la possibilità di avere un sostegno economico, nell’eventualità di morte improvvisa.

Cos’è l’assicurazione sulla vita

La polizza vita è un contratto stipulato tra un soggetto e una compagnia assicurativa, in base al quale a fronte del versamento di un premio annuo, in caso si decesso, al beneficiario viene erogata una rendita o un capitale comprensivi degli interessi maturati.

La polizza non pregiudica la possibilità di riscuotere la pensione di reversibilità, in quanto vengono erogate da due istituti diversi.

Tipi di assicurazione sulla vita

Le assicurazioni sulla vita si distinguono in caso morte, vita e miste. Le prime sono quelle che prevedono il rimborso del capitale ai beneficiari indicati nel contratto esclusivamente in seguito al decesso dell’assicurato, se quest’ultimo evento si verifica durante la validità della polizza.

Le assicurazioni caso vita sono quelle che prevedono che i premi accantonati vengano corrisposti maggiorati degli interessi all’assicurato, se al termine del contratto è ancora in vita.

Infine, le polizze miste sono quelle che prevedono il rimborso ai beneficiari in caso di morte dell’assicurato o a quest’ultimo se ancora è in vita alla scadenza del contratto.

Come funziona una polizza vita

Sottoscrivere un’assicurazione sulla vita è abbastanza semplice. Essa rientra tra l’offerta delle compagnie assicurative e delle società finanziarie, che data l’elevata concorrenza propongono polizze a condizioni vantaggiose e pratiche abbastanza agevoli.

Esistono diverse tipologie di assicurazioni, ma il loro funzionamento è comune. Infatti, l’assicurato paga un premio annuale o mensile, per avere una copertura assicurativa per un certo numero di anni e in caso di decesso la famiglia matura il diritto a ricevere il rimborso concordato.

Per ottenere quest’ultimo è importante che i pagamenti sia in regola. Le compagnie offrono la possibilità di integrare le polizze con altri servizi, come la copertura sanitaria, una pensione integrativa, un risarcimento in caso di eventi che portano l’assicurato a un’invalidità temporanea o permanente.

Nel contratto assicurativo sulla vita vengono indicate le generalità dell’assicurato, l’entità del premio e del capitale che vuole assicurare e le altre condizioni della polizza.

Una volta sottoscritta la polizza questa è soggetta all’approvazione della compagnia assicurativa. Quest’ultima richiede la compilazione di un questionario in cui si deve rispondere a domande relative alla condizione di salute, alle abitudini, al tipo di lavoro svolto e allo sport effettuato.

Inoltre, sottopone l’assicurato a una visita medica per valutare il suo stato di salute generale. Dall’esito positivo di quest’ultimo e soprattutto all’assenza di gravi problematiche che la polizza viene accettata.

Quando stipulare un’assicurazione sulla vita

È importante notare che l’ammontare del premio di un’assicurazione sulla vita aumenta quanto più grande è l’età dell’assicurato. Stipulare una polizza a 30 anni è sicuramente più vantaggioso che farlo a 50, per fare un esempio.

Oltre all’età il premio dipende anche da altri fattori, ad esempio essere fumatore, malattie pregresse dell’assicurato o della famiglia, svolgere attività professionali o sportive pericolose o la durata della polizza portano tutte a far aumentare il valore da corrispondere per essere coperto dai rischi.

Tra i vantaggi di questo tipo di assicurazione sono rappresentate dalla detraibilità dei premi dai redditi dichiarati dall’assicurato, esenzione dal pagamento dell’Irpef dei rimborsi e la possibilità per i beneficiari di non pagare le imposte di successione sulle somme ricevute dalla compagnia.

Come fare? Basta richiedere un preventivo e valutare, poi, con calma quale scegliere in base a quello che si richiede.

Leggi Anche: Come risparmiare soldi con lo shopping online

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.