Come far mangiare i bambini senza timore che si soffochino

Cosa far mangiare ai bambini

Lo svezzamento è una fase della crescita dei neonati molto importante che segna un momento di cambiamento per il loro sviluppo fisico e mentale, ma molte mamme sono perplesse.

Verso i 6 mesi, i neonati iniziano lo svezzamento, periodo che fino a poco tempo fà era anticipato ai 4 mesi. In questa fase si passa dal solo latte alle prime pappe, alla frutta e alla verdura.

Da premettere che ogni bambino è diverso dall’altro e alcuni preferiscono cibi molto liquidi, come frutta e carne frullata o passato di verdure, dove la consistenza del cibo è cremosa, mentre altri bambini divorano anche le verdure spezzettate e i pezzi di pane o i biscotti.

Qui sale l’apprensione dei genitori che se da una parte si sentono orgogliosi dei loro piccoli, che afferrano il cibo, ne chiedono dal piatto dei grandi e non lamentano nessun problema di inappetenza, dall’altro lato, temono che dei pezzi di cibo li possa soffocare.

Quando i bambini sono molto piccoli e senza denti, bisogna fare molta attenzione al cibo che si sceglie per loro, ma purtroppo questo vale anche per i più grandi, perché, anche se più raramente, ci sono stati incidenti in cui il cibo è rimasto incastrato nella loro gola.


Kenwood accessorio centrifuga AT641
Prezzo di listino: EUR 147,00
PREZZO IN OFFERTA: EUR 99,98
Risparmi: EUR 47,02

In questa guida, desideriamo fornirvi dei piccoli e semplici consigli che possono esservi d’aiuto nella scelta del cibo per i bambini che iniziano ad approcciarsi alla tavola e a come comportarvi.

Ecco i cibi da evitare:

  • Lenticchie, fagioli, piselli e semi vengono spesso usati per giocare e negli asili sono utilizzati nelle attività ludiche per la realizzazione di immagini come paesaggi e animali; purtroppo però i bambini, aspirandoli, li possono far finire nei bronchi e accusare così problemi respiratori.
  • I gusci di noci e noccioline sono molto dannosi e devono essere eliminati immediatamente dagli adulti, quando ci sono in giro bambini piccoli.
  • Per la loro consistenza e forma sono molto pericolosi i pezzi di wurstel, i chicchi d’uva, le olive, le ciliegie, i pomodorini, le mozzarelline e altri alimenti dalle caratteristiche simili.

Il dovere di ogni genitore è quello di controllare i propri figli e di vigilarli quando mettono le cose in bocca, ma come fare per consentire ai bambini di mangiare tutto ciò che desiderano e far stare le mamme tranquille?

Ecco come comportarvi:

  1. Per ridurre il rischio di soffocamento, tagliate in due i chicchi d’uva e fate lo stesso per le ciliege, le olive, i pomodori di Pachino e ogni alimento con le stesse caratteristiche. Eliminate anche le bucce che potrebbero attaccarsi in gola. Per i più piccini, potete anche schiacciare questi alimenti.
  2. Fate molta attenzione anche quando date il pane perché dovrete eliminare le sue parti rotonde che farebbero da tappo alla gola e lo stesso vale anche per i biscotti.
  3. Quando pulite il pesce, ripassatelo più volte, in modo da assicurarvi che lo avete privato completamente dalle spine.
  4. Attenti agli ossicini di pollo che perciò dovrete eliminare per bene.
  5. Anche il prosciutto e la carne nascondono delle insidie e in questo caso è consigliabile sfilettarli, ridurre i bocconi e privarli del grasso; infatti il filamento della parte grassa può rimanere tra la bocca e la gola e soffocare i bambini.

Il lavoro di mamma è molto importante ed impegnativo perché i bambini, quando sono molto piccoli, non vanno mai lasciati da soli. E’ consigliabile, però, non trasmettere ai figli la propria  apprensione, se si vuole farli crescere sereni e coraggiosi.


Tag:, , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares