Come allestire un acquario di acqua dolce

Molte famiglie decidono di allestire un acquario in casa, così da ricreare un piccolo angolo di natura tra le pareti domestiche.

Esistono diverse tipologie di acquari basate sulle necessità dei pesci che si vuole allevare.

In questa guida scopriremo come allestire un acquario di acqua dolce, adatto ad ospitare i più comuni pesci tropicali o di acqua fredda, partendo da un modello prefabbricato.

Accessori per allestire un acquario di acqua dolce

Per quando riguarda gli acquari di acqua dolce, l’allestimento di base è abbastanza semplice e può variare leggermente in base al fatto che si decida di ospitarvi pesci di acqua fredda o calda, ma in linea di massima i prodotti che serviranno sono i seguenti:

  • Un filtro meccanico e biologico per mantenere l’acqua pulita.
  • Prodotti per il filtraggio dell’acqua, come cannolicchi e lana vetro.
  • Un ossigenatore (soprattutto nel caso dei pesci d’acqua fredda).
  • Oggetti decorativi.
  • Acqua osmotica e biocondizionatore per acqua di rubinetto.
  • Riscaldatore per acquari (necessario solo per pesci di acqua calda).
  • Un termometro.
  • Substrato decorativo (substrato fertilizzato per le piante).

Allestimento dell’acquario

Il filtro

Per avere buoni risultati è importante allestire correttamente il filtro biologico e meccanico dell’acquario, quest’ultimo, nei modelli prefabbricati, è suddiviso solitamente in tre scompartimenti:

  • il primo dedicato alla pompa, in cui è presente il foro di uscita dell’acqua;
  • il secondo (posto al centro) che ospita i cannolicchi ceramici (filtro biologico) posti sul fondo con la lana vetro (filtro meccanico) sopra;
  • il terzo che presenta le fessure di aspirazione, in cui si immette il riscaldatore.

Il substrato

Una volta appurato che tutti i componenti del filtro si trovino nelle rispettive posizioni, si procede con l’inserimento del substrato che potrà essere formato da semplice ghiaia decorativa per uno spessore di 3-4 cm.

Se invece intenderemo inserire piante vive, allora dovremo collocare uno strato di ghiaia fertilizzata di almeno 5 cm e uno di decorativa da 2 cm.

Le decorazioni

Fatto ciò andremo a posizionare le decorazioni nel nostro acquario di acqua dolce, disponendole a nostro piacimento, evitando però di metterle davanti alle bocchette di aspirazione del filtro.

Qualora si debbano inserire piante vive, è bene piantarle in questa fase perché l’assenza dell’acqua renderà più comoda qualsiasi manovra.

L’acqua per l’acquario

L’acqua di rubinetto, così come è, non è adatta all’ acquario, a causa dell’elevata presenza di cloro e metalli pesanti, innocui per l’uomo ma pericolosi per i pesci.

Per renderla idonea dovremo miscelarla ad acqua osmotiche, reperibile in tutti i negozi di acquariologia o comunque potremo trattarla con biocondizionatori appositi. Per evitare di danneggiare l’allestimento, verseremo l’acqua su un piattino posizionato sul fondo della vasca che poi andremo a rimuovere in seguito.

Note

Si raccomanda di utilizzare solo prodotti progettati e studiati per l’acquariologia.

Leggi Anche: Come fare un laghetto in giardino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.