Come addobbare l’albero di Natale in modo originale

Il conto alla rovescia è ormai iniziato, i negozi incominciano a decorarsi di rosso o blu o giallo, le reti televisive partono coi film a tema, persino le catene di negozi online hanno iniziato a parlare di regali. È ufficiale. Natale è dietro l’angolo.

E dunque è ora di iniziare a pensare all’albero. Come da tradizione, andrà tirato fuori e preparato l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata Concezione, anche se negli ultimi anni la tendenza è ad anticipare i tempi, che sia per un raddoppiato spirito natalizio o per puro divertimento, o talvolta a ritardare, seguendo magari la tradizione americana dell’addobbo fatto alla vigilia o giusto un paio di giorni prima.

Che tu rientri nell’una o nell’altra categoria, se ci tieni a fare bella figura, se vuoi che i tuoi nipotini o figlioletti rimangano folgorati (non letteralmente, eh) dall’incanto del tuo albero di Natale, allora è ora di incominciare a pensare agli addobbi.

Tuttavia la vera domanda è, perché essere banali? Solo perché gli addobbi sono sempre gli stessi, non significa che bisogna accontentarsi. Insomma, saranno pure palline e luci e oggettini vari, ma perché devono essere per forza quelli più classicamente banali? Perché non personalizzare anche il tuo albero di Natale? Farlo è molto più semplice di quanto non pensi, perciò ecco come addobbare l’albero di Natale in modo originale.


Prima di ogni cosa, occorre scegliere l’albero. In America sono comuni i mercatini di abeti veri in periodo natalizio, ma in Italia, perciò tendenzialmente molti scelgono un albero di Natale sintetico, anche perché più economico e riutilizzabile. Tu dirai, cosa c’è da scegliere in questo? Io ti risponderò con due parole: colore e dimensioni.

Gli alberi sintetici vengono in diverse forme, perciò prima di comprare l’albero ti conviene scegliere dove lo posizionerai e quanto spazio hai a disposizione, così da sapere quale prendere. Inoltre, seppure l’albero di Natale sintetico tendenzialmente sia verde, proprio come l’originale vegetale, è disponibile anche in colore bianco, per emulare quelli veri ricoperti di neve.

Una volta scelto l’albero, ti occorre un tema. Per andare sul semplice, potresti scegliere un colore specifico e addobbare l’albero di conseguenza: in genere si va per i classici rosso e blu, talvolta oro, ma se vuoi qualcosa di più eccentrico, quest’anno le tendenze parlano di turchese, magari con qualche leggero accenno di arancio, rosa cipria con qualche spruzzo di verde o di argento, oppure ancora l’accostamento evergreen argento-oro, marrone-rame.

Un’idea carina potrebbe poi essere aggiungere a palline e luci dei colori scelti, oggettini fai da te, seguendo un tema specifico, ad esempio il mare, quindi conchiglie e stelle marine, oppure la musica, quindi via di note musicali, spartiti e strumenti (se ti piace il decoupage, può essere divertente prendere degli spartiti e ritagliarli in tema natalizio).

Per i più piccoli, un tema carino potrebbero essere Disney: è facile trovare sul mercato moltissimi gadget natalizi, basta solo scegliere il film d’animazione. Se ti piace viaggiare, un tema potrebbero essere le mappe, magari ritagliate in diversi modi.

In effetti, per quanto riguardare le decorazioni fai da te la scelta è pressoché infinita, ti basta scegliere un tema e darti al decoupage, magari in compagnia dei tuoi bimbi.

Piccoli esempi:

  • Pigne ricoperte di glitter
  • Piega il fil di ferro nelle forme che vuoi, e aggiungi perline colorate
  • Fette d’arancia, mandarino, limone e agrumi vari al posto delle palline
  • Biscotti in forme diverse

Tuttavia, negli ultimi anni la tendenza è anche a creare un albero di Natale dal nulla, cioè con quello che capita. Tra gli oggetti più usati ci sono i libri, ma non solo: potresti prendere delle scatole regalo (o di scarpe) e fare una piramide natalizia, lo stesso con le lattine, oppure ancora i guanti in lattice, le grucce … insomma, tutto quello che trovi può diventare decorazione o albero di Natale.

Leggi Anche: Come realizzare le palline per l’albero di Natale

Tag:, , , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares