eComesifa.it

Una guida ai piatti tipici italiani

Si sente spesso dire che l’Italia è una nazione che ha bellezze e bontà culinarie in tutte le regioni, che il made in Italy in ambito enogastronomico è una garanzia in tutto il mondo e che molte volte cercano di copiarcelo un po’ ovunque. Oggi proponiamo allora un elenco di cibi di alta qualità delle diversi luoghi italiani, da nord a sud fino alle isole.

Il nord Italia è considerato la patria dei sapori intensi e delle zuppe, complice il clima freddo qui il cibo è inteso anche come rifocillamento per sopportare il vento e la neve.

Infatti se si è in Lombardia, in particolare nella zona di Sondrio non si possono non mangiare i pizzoccheri con verza, patate e formaggio, sapori filanti e corposi, nella zone del milanese invece il risotto con l’ossobuco e la cotoletta la fanno da padrone, Bergamo e Brescia offrono i casoncelli fatti in casa ripieni di arrosto, salsiccia e uvetta, l’agrodolce lombardo che lascia soddisfatti tutti i palati.

[asa2]B007CCQ738[/asa2]

Andando ad est verso il Veneto non possiamo perderci le schie con la polentina, che sono i piccoli gamberi di laguna conditi con polenta bianca o gialla, ricordiamoci che qui ogni piatto sarà accompagnato da una buona dose di cipolla. Scendendo verso Bologna invece possiamo assaporare lasagne, tortellini e un dolce ottimo che è la torta di riso, con mandorle e cedro candito.

Muovendoci nel centro Italia, più precisamente a Roma, eccoci di fronte a un piatto di spaghetti cacio e pepe, all’abbacchio al forno e alla trippa aromatizzata, il tutto particolarmente condito e insaporito. Nel vicino Abruzzo al centro della tradizione dei sapori c’è la pecora, fatta arrosto, i celebri arrosticini e anche la capra cucinata con sugo e peperoni rossi fritti.

Eccoci al sud, che ci accoglie con calore e gusto, dove poter gustare pesce crudo, focaccia, riso patate e cozze e orecchiette con le cime di rape se siamo in Puglia o ‘ndujia piccante, melanzane ripiene di capperi, acciughe e olive e biscotti e torrone al miele se si è in Calabria.

Allontanandoci verso la Sardegna lasciamoci sedurre da bottarga, pane carasau, e le tipiche Saedas ovvero delle paste di sfoglia ripiene di formaggio poi fritte e ricoperte di miele del posto.

Poi quando torniamo a casa però, ricordiamoci di fare molto movimento fisico, allenarci, passeggiare e non esagerare con fritture e zuccheri, perché altrimenti i risultati del nostro tour si faranno sentire in maniera molto prepotente!

[asa2]8887479763[/asa2]

Potrebbe interessarti anche:

Come cuocere gli arrosticini
views 45
In questa sezione dedicata alla gastronomia, vogli...
Una guida ai piatti tipici italiani ultima modifica: 7 mesi ago da eComesifa.it

Commenta

Seguici su Facebook