eComesifa.it

Tiro con l’arco: da Robin Hood ai giorni nostri, ecco la guida per tutte le regole

Dalla foresta dove viveva Robin Hood ai giorni nostri: questo è il gioco del tiro con l’arco. Una volta questa era un’arma da combattimento davvero molto speciale da usare, soprattutto per i condottieri delle Crociate, ma ad oggi è uno degli sport olimpici più importanti e una disciplina sportiva che cerca di farsi largo nel grande mondo dello sport. In questa guida precisa e dettagliata vogliamo analizzare con cura tutte le regole, gli accessori e le varie competizioni per entrare nel mondo del tiro con l’arco e anche noi trasformarci per qualche ora in Robin Hood.

Il primo passo che facciamo è quello di analizzare nei dettagli tutti gli accessori che servono per una gara di tiro con l’arco:

Accessori dell’arco:

  • Riser
  • Flettenti
  • Corda
  • Rest
  • Bottone
  • Mirino
  • Clicker
  • Stabilizzatore
[asa2 tpl=”Horizontal_box” associate_id_set=”ecomesifa”]B015S49H24[/asa2]

Ora analizziamo invece quali sono gli strumenti che un arciere deve avere con sé durante una gara di tiro con l’arco:

  • Arco
  • Frecce
  • Dragona
  • Patelletta
  • Sgancio meccanico
  • Faretra
  • Protezioni

Riser: Corpo centrale dell’arco.

Flettenti: I due flettenti sono come la parola stessa dice le parti in cui l’arco flette, visto che è tenuto dai due lati dalla corda.

Corda: E’ la parte determinante di un arco.

Rest: Questa è la parte detta anche poggia frecce.

Bottone: Sistema di ammortizzazione che consente di adattare la flessibilità della freccia: è chiamato sia bottone elastico che bottone di pressione.

Mirino: Sistema di puntamento, dove serve prendere la mira giusta per centrare il bersaglio.

Clicker: Linguetta metallica che viene impiegata solo nell’arco olimpico e ha la funzionalità di sgancio o di allungo sulla freccia.

Stabilizzatore: Asta che serve a limitare le oscillazioni dell’arco nel momento in cui si effettua una scocca della freccia.

Frecce: Le classiche frecce che vengono lanciate nel bersaglio.

Dragona: Cordino usato nel tiro con l’arco olimpico e ha la funzionalità di tenere la mano dell’arciere più rilassata possibile al momento del tiro.

Patelletta: Protezione delle tre dita che tirano la corda.

Sgancio meccanico: Elemento che serve per il rilascio della corda dell’arco.

Faretra: Contenitore delle frecce da scoccare verso il bersaglio.

Protezioni: Un arciere può usa le protezioni in difesa e che non venga colpito da qualche oggetto.

La pratica sportiva contemporanea del tiro con l’arco, approvata dalla Federazione, è ripartita in questi ultimi anni ed è divisa in tre parti:

  • Arco olimpico.
  • Arco compound.
  • Arco nudo.

Questi sono gli accessori e le regole fondamentali per la pratica riuscita di una partita al tiro con l’arco, che sta spopolando non solo a livello olimpico, ma anche in tutto il mondo, per una disciplina sportiva che deve continuare a progredire soprattutto in Italia, considerato uno degli sport minori in assoluto. Il tiro con l’arco è una di quelle discipline sportive difficili da imparare, ma allo stesso tempo davvero molto utile ed interessante. Il tiro con l’arco sarà uno degli sport più apprezzati anche nella prossima Olimpiade in programma la prossima estate in Brasile, dove il tiro con l’arco ci sarà.

[asa2 tpl=”Horizontal_box” associate_id_set=”ecomesifa”]B00NR1PMU2[/asa2]

 

Potrebbe interessarti anche:

Tiro con l’arco: da Robin Hood ai giorni nostri, ecco la guida per tutte le regole ultima modifica: 11 mesi ago da eComesifa.it

Commenta

Seguici:

Seguici su Facebook: