eComesifa.it
alimenti-mangiare-chemioterapia

Quali alimenti mangiare durante la chemioterapia

Gli effetti collaterali della chemioterapia, tra cui nausea, perdita di appetito, e cattivo sapore in bocca, possono rendere il mangiare quasi un sacrificio. Ma il recupero e il successo della chemioterapia, passano anche da una dieta sana in quanto, come sapete, il sistema immunitario viene debilitato dalla chemioterapia, e il corpo ha bisogno di nutrienti, calorie ed energia per superare gli effetti del cancro e del trattamento antitumorale.

Le proteine

Anche se il vostro corpo ha bisogno di molte proteine, mentre si è sottoposti a chemioterapia, mangiare carne potrebbe causarvi nausea. Fortunatamente, esistono altri modi per assumere proteine. Se si è in grado di mangiare carne, cercate di evitare la carne rossa perchè c’è bisogno di più energia per digerirla rispetto a pollame o pesce, ed è più probabile che causi la nausea.

Altre fonti di proteine sono le uova, la frutta secca, i latticini e fagioli. Cercate di assumere proteine ad ogni pasto, soprattutto a colazione, che di solito è il pasto più tollerabile della giornata durante la chemioterapia. Fate scorta di bevande proteiche e cercate di mangiare  purè di patate, salse e sughi quando possibile in modo di aumentare i livelli di proteine.

[asa2 tpl=”Horizontal_box”]B004GH8KUK[/asa2]

Antiossidanti

Che cosa è più importante, per un malato di cancro sottoposto a chemioterapia, di una sostanza che guarisce le cellule danneggiate? Le sostanze in questione sono gli antiossidanti. Pensate ai “colori” quando siete alla ricerca di una buona fonte di antiossidanti, per esempio, la frutta o la verdura più colorata è molto probabile che contenga molti antiossidanti.

Le verdure con alti livelli di antiossidanti sono in maggior parte di colore arancione o giallo,  zucca, patate dolci e carote per esempio, oppure i frutti come la papaya, melone, fragole e mirtilli. Non dimenticate però le verdure verdi come i broccoli, gli spinaci, il cavolo e i peperoni verdi perchè contengono anch’essi elevate quantità di antiossidanti.

Fate attenzione però se il numero dei globuli bianchi nel sangue è troppo basso, perchè in questo caso potrebbe essere necessario ridurre la quantità di frutta e verdura consumate. Consultate sempre il vostro medico per assicurarvi di mangiare ciò di cui il vostro corpo ha bisogno in questo momento difficile.

Carboidrati

Se siete sempre stati attenti al consumo di carboidrati, potrebbe essere difficile cominciare a mangiarli ora, ma questo non è sicuramente il momento di preoccuparvi di calorie o grassi o carboidrati. Alcune fonti di carboidrati come le patate, il pane e i prodotti lattiero-caseari, possono essere tollerati più facilmente durante la chemioterapia. Questi alimenti, sono più facili da digerire e i carboidrati sono linfa vitale di un paziente sottoposto a chemioterapia, soprattutto nei giorni in cui gli effetti della chemioterapia sono particolarmente duri.

Acqua

Bere acqua durante la chemioterapia è molto importante, i liquidi infatti aiuteranno ad eliminare le sostanze chimiche dal corpo che causano la nausea. Se il sapore dell’acqua vi da fastidio in questo momento, provate ad aggiungere una fetta di limone e conservate l’acqua in frigorifero per alcune ore prima di bere.

Qualche consiglio

Durante la chemioterapia, è consigliabile fare pasti piccoli e frequenti durante la giornata, piuttosto che solo tre pasti abbondanti. La colazione naturalmente è il pasto più importante, e deve contenere almeno 1/3 del vostro fabbisogno di proteine e calorie per la giornata.

[asa2 tpl=”Horizontal_box”]B001KL18FO[/asa2]

Potrebbe interessarti anche:

Come affrontare il mese di novembre Rassegniamoci: la bella stagione è ormai dietro le nostre spalle e l'autunno è arrivato da un mese. E insieme a lui, alle foglie che cadono e al profu...
Come rimettersi in forma per l’estate Arriva il fatidico momento della prova costume, quell’attimo in cui si fanno i conti con il proprio corpo, ma senza panico, cerchiamo di capire come r...
Come seguire la dieta che mima il digiuno Come seguire la dieta che mima il digiuno: istruzioni per perdere peso secondo la nuovissima dieta che mima il digiuno. Valter Longo, Professore di B...
Come si può sgonfiare la pancia La causa del gonfiore alla pancia, va ricercata sicuramente nella nostra alimentazione, infatti alcuni alimenti, una volta raggiunto l'intestino, ferm...
Come riconoscere la sensibilità al glutine La sensibilità al glutine è un problema differente rispetto alla celiachia e all’allergia al grano. La celiachia può essere classificata come una pato...

Commenta

Seguici:

Ti piace eComesifa.it