eComesifa.it

Come vestire i bambini col freddo invernale

Anche se l’inverno è arrivato da un po’, con l’arrivo del mese di Gennaio, le temperature atmosferiche si abbassano notevolmente e ci sono anche le piogge.

Specialmente nel sud, fino a questo momento, si è goduto del clima mite, ma anche qui ci si deve organizzare.

Con i bambini piccoli, bisogna avere cura di non fargli prendere correnti d’aria e perciò attrezziamoci di cappelli e sciarpe di lana.

Gli abiti devono essere, comunque, molto comodi per facilitare i movimenti e allo stesso tempo confortevoli.

Innanzitutto bisogna scegliere tessuti che permettano la giusta traspirazione: quindi no ai tessuti sintetici e a quelli che fanno sudare. L’ottima qualità permette ai vestiti di mantenersi come nuovi anche dopo diversi lavaggi.

Per non fare sentire scomodi i più piccini, acquistate cappottini e felpe della misura giusta; non pretendete che entrino negli abitini dell’anno precedente. I bambini crescono in fretta e sarebbe meglio scegliere i capi di una taglia più grande, perchè devono stare addosso morbidi.

Specialmente per la biancheria intima, o comunque quella che va sulla pelle, come le maglie, i body e  le camicette, il tessuto consigliato deve essere il cotone, per evitare reazioni allergiche alla pelle.

[asa2 tpl=”Horizontal_box” associate_id_set=”ecomesifa”]B017UKNA7C[/asa2]

Ricordiamo che verso la fine del mese, il freddo si farà più rigido. Ci sono i cosiddetti giorni della merla e se si deve portare un bambino fuori casa, si deve poterlo coprire bene.

Si consiglia di vestirlo a cipolla, non fargli, perciò, indossare un unico capo pesante, che potrebbe ad un certo punto infastidirlo e che saresti costretta a non togliere perchè il bimbo rimarrebbe svestito. Invece, vestendolo con diversi capi leggeri, puoi toglierne qualcuno quando entrerete in ambienti chiusi come la scuola, o i negozi dove ci sono i riscaldamenti accesi, per evitare, quindi, che suda e rivestirlo una volta usciti.

Gli indumenti che si possono indossare sono: la maglia di cotone, la camicia di flanella, la felpa o il golfino di lana e la giacchetta, i pantaloni felpati, i calzettoni lunghi o la calzamaglia e gli scarponcini imbottiti di lana, infine il cappottino o il giubbotto morbido, compreso di cappuccio. Per coprire la testa va bene un cappellino di lana con copriorecchie e la sciarpa di lana. Per i bambini che li sopportano anche i guanti.

Rispetto agli adulti, i neonati hanno una temperatura corporea più calda, quindi, per evitare che sudino e che quindi prendino colpi d’aria, coprirli bene, preferendo, però, tessuti come cotone e ciniglia.

A casa, non copriteli troppo e se ci sono i riscaldamenti accesi, aprite un po’ le finestre per il ricambio dell’aria. Per la notte, non pretendete che si coprano con le copertine di lana perché è facile che si scoprano facilmente, quindi, preferite vestirli con delle tute di ciniglia abbastanza larghe.

Anche in macchina, trattate i bambini come a casa, quindi non imbacuccateli troppo, piuttosto vestiteli comodi e sfilate sciarpe e cappelli che li facciano accaldare troppo. Anche i giubbotti vanno tolti per evitare che usciti dall’auto, prendano colpi d’aria.

[asa2 tpl=”Horizontal_box” associate_id_set=”ecomesifa”]B015DUR6D0[/asa2]

Potrebbe interessarti anche:

Idee regalo per le feste di Natale da preparare con i bambini
views 36
Il Natale è alle porte e presto dovrete addobbare la vostra casa per l'evento, m...
Esercizi per bambini in piscina
views 51
Le piscine sono una risorsa eccellente per permettere ai vostri bambini di eserc...
Come vestirsi a Natale: tre look per essere perfetta
views 123
Una delle domande che ci facciamo noi donne (ma anche ragazze) quando si avvicin...
Come spiegare che Babbo Natale non esiste
views 33
Tutti i genitori sanno che dopo la domanda “Mamma, ma come sono nato?”, arriva q...
Come dipingere una zucca spaventosa per Halloween
views 201
Oggi vediamo come realizzare una zucca per Halloween, diversa dal solito, infatt...
Come si fa ad insegnare l’inglese ai bambini
views 16
Ormai la lingua inglese è diventata la lingua del mondo intero e se vogliamo com...

Commenta

Seguici su Facebook