Come spostare le piante di limone all’aperto

Il limone (Citrus limon) è uno degli agrumi più adatti alla coltivazione in vaso perché ha uno sviluppo radicale limitato. Come tutti gli agrumi teme le basse temperature e durante l’inverno è stato riparato in luogo protetto: l’ideale è una serra fredda, oppure le scale vetrate luminose non riscaldate, ma anche la protezione con teli di plastica e di tessuto non tessuto sono adatti.

In ogni caso appena le temperature si sono stabilizzate, è possibile portare le piante all’aperto e togliere le protezioni. Vediamo come fare.

Tagli

In questo momento occorre eseguire un intervento di potatura con lo scopo di armonizzare la chioma. Eliminare alla base i rami secchi, quelli danneggiati dal freddo e i succhioni presenti sul tronco o alla base dato che
indeboliscono la pianta e ne diminuiscono la fruttificazione.

  • Disinfettare sempre le forbici e gli attrezzi da taglio con varechina. La potatura di riforma si esegue nel mese di maggio/giugno eliminando i rami che s’incrociano spuntandoli a circa 10 cm; poi per permettere una buona arieggiatura, tagliare alla base i rami che vanno all’interno della pianta.

Acqua

Controllare che il vaso dreni in modo corretto per evitare ristagni idrici e che l’acqua raggiunga lo strato più profondo del vaso. Per farlo occorre verificare il grado di umidità del terriccio dopo circa mezz’ora dall’irrigazione
e, se necessario, ripetere l’operazione.

  • Attenzione a non fare seccare il terriccio perché se si asciuga eccessivamente il pane di terra si restringe e si stacca dalle pareti e l’acqua sgronda rapidamente verso il fondo del vaso, senza penetrare all’interno del terriccio.

Concime

Se ancora non è stato fatto, occorre concimare con fertilizzanti specifici granulari a lenta cessione a base di azoto, fosforo, potassio e microelementi. La concimazione va ripetuta nel mese di luglio e di settembre.


Rinnovi del terriccio

Se le piante sono coltivate in vasi di medie dimensioni ogni due anni va effettuato un rinvaso aumentando le
dimensioni del contenitore e sostituendo totalmente il terriccio, ricordando di aggiungere uno strato di circa 8 cm di argilla espansa sul fondo del vaso.

  • Il vaso definitivo è di almeno 80 cm di diametro. Da questo momento ogni anno va fatto un rinnovo
    parziale del terriccio. Lo strato superficiale del vecchio terriccio va asportato per uno spessore di circa 6-7 centimetri. Poi aggiungere terriccio specifico per agrumi oppure una miscela costituita da terra, stallatico maturo (oppure compost maturo), sabbia. Far seguire un’abbondante irrigazione.

Leggi Anche: Come utilizzare i limoni per esfoliare la pelle

Tag:, ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares