eComesifa.it

Come sopravvivere ad un trasloco

Il trasloco è senza dubbio uno dei momenti più emozionanti della vita di una persona, soprattutto se ci si sta preparando ad andare in una casa più grande o a lasciarsi dietro le spalle una situazione dolorosa, ma può anche essere molto stressante. Per evitare di arrivare all’ultimo minuto e di rischiare di dimenticare qualcosa nella fretta, ecco come sopravvivere ad un trasloco.

Come sopravvivere ad un trasloco: inscatolate la cultura!

Libri di scuola, libri per il divertimento, CD, per non parlare dell’ebook reader, possono essere molto pesanti, soprattutto in fase di trasloco. Per evitare di arrivare nella nuova casa con le idee confuse, preparate quattro scatole di cartone: due per i libri e due per il materiale come CD, videocassette e DVD. Separate i libri da leggere o letti e i media da vedere o già visti, poi disponeteli nelle due scatole. Fate quattro liste con i titoli, poi non appena avrete finito, sistemateli nelle scatole corrispondenti.

[asa2 tpl=”Horizontal_box” associate_id_set=”ecomesifa”]B002DEMAJU[/asa2]

Come sopravvivere ad un trasloco: vestiti? Fate pulizia d’anticipo!

Se avete degli armadi traboccanti di vestiti, di scarpe e di accessori, che non sapete se utilizzerete nella nuova casa, giocate con una settimana di anticipo. Fate un ripulisti generale degli armadi, separando gli abiti che mettete da quelli che non mettete (per sicurezza, provateli per vedere se vi stanno ancora bene). Non appena avrete fatto la divisione, ponete gli abiti ancora indossabili nelle valigie o negli scatoloni con un’etichetta, facendo una distinzione tra vestiti, scarpe e accessori, mentre gli altri metteteli nei sacchi della spazzatura e portateli subito al centro di raccolta vestiti usati, ad un’associazione o ad un mercatino.

Come sopravvivere ad un trasloco: viva i mobili!

Cosa farne dei mobili? Anche in questo caso, iniziate a muovervi in anticipo, magari già due settimane prima. Decidete quali mobili vi occorreranno nella nuova casa, mentre di quali potreste fare a meno: quest’ultimi donateli ad un’associazione o ad un mercatino dell’usato, di modo che non vadano a finire nella discarica (a meno che non siano proprio rotti). Tenete quindi solo i mobili che vi serviranno nella nuova abitazione, di maniera che non dobbiate fare diversi viaggi

Come sopravvivere ad un trasloco: occhio ai documenti importanti!

I documenti sono un altro dei punti clou del trasloco e che non mancano di creare qualche grattacapo. Se non vi siete organizzati negli anni con l’archiviazione e ora vi trovate a che fare con una torre di Pisa nella vecchia casa, due settimane prima prendetevi un pomeriggio per farli passare. Preparate tre scatole: una dovrà essere quella della famiglia, un’altra quella delle finanze e la terza della casa (o degli attrezzi della casa). Fate passare i documenti, decidendo subito se vi servono o meno, poi gettate quelli inutili nella pattumiera, mentre gli altri suddivideteli nelle tre scatole.

[asa2 tpl=”Horizontal_box” associate_id_set=”ecomesifa”]B00RK30C3K[/asa2]

Potrebbe interessarti anche:

Come sopravvivere ad un trasloco ultima modifica: 12 mesi ago da eComesifa.it

Commenta

Seguici:

Seguici su Facebook: