eComesifa.it
come-fare-castagnole-carnevale

Come si fanno le castagnole

come-fare-castagnole-carnevaleLe castagnole, insieme alle chiacchiere, sono i dolci simbolo del carnevale. Le castagnole, hanno origini romagnole, e sono chiamate così, perchè la loro forma ricorda quella delle castagne, sono note in altre regioni d’ Italia anche come zeppole, tortelli ecc.. Vediamo allora, come fare le castagnole.

Ingredienti per preparare circa 60 castagnole :

  • 2 cucchiai di anice
  • 2 bustine di vanillina
  • 400 gr di farina
  • 100 gr di zucchero
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 80 gr di burro
  • 3 uova
  • un pizzico abbondante di sale
  • 16 gr di lievito istantaneo
  • olio per friggere q.b
  • zucchero a velo q.b per guarnire

Come preparare le castagnole :

  1. Iniziamo la preparazione delle castagnole disponendo dentro un recipiente le uova, lo zucchero, la vanillina, il limone grattugiato, il sale, il lievito e l’anice, quindi impastate a lungo, fino ad ottenere un composto liscio e fluido che lasceremo riposare circa 30 minuti.
  2. Riprendiamo l’impasto e ricaviamo circa 60 palline, incidendole lievemente a forma di croce sulla superficie con la punta del coltello, quindi friggiamole in abbondante olio di semi bollente.
  3. Rigiriamo le castagnole più volte nell’olio bollente in modo da favorire una frittura uniforme e per far gonfiare le castagnole a dovere, poi, quando vediamo cominciano a dorarsi e a salire in superficie, possiamo prelevarle una alla volta, aiutandoci con una schiumarola e adagiarle su di un piatto foderato con della carta assorbente in modo da assorbire tutto l’olio in eccesso.
  4. Trasferiamole su un piatto dove abbiamo versato dello zucchero a velo o semolato e facciamole rotolare nel piatto. Ora possiamo servirle ben calde, magari accompagnate da una bella tazza di sanguinaccio, visto che si tratta di un dolce di carnevale.
  5. Se non amate le fritture e preferite una versione light delle castagnole, dopo averle preparate, anziché friggerle potete cuocerle in forno per un quarto d’ ora a 180°.

Commenta

Seguici:

Ti piace eComesifa.it