Come si compila il CID

Il modulo CID, o CAI (Constatazione Amichevole di incidente) deve essere compilato in caso di sinistro stradale. Vediamo come fare.

Si tratta di un modulo prestampato che viene consegnato ad ogni automobilista dalla compagnia di assicurazione, oppure può essere gratuitamente scaricato da internet.

Compilare il CID per la RCA

Compilare il modulo non è difficile, ma occorre prestare attenzione per evitare errori. E’ formato da diversi fogli di cui uno in carta normale ed un altro in carta carbone, in questo modo è possibile avere due copie da consegnare rispettivamente alle proprie compagnie di assicurazione per la RCA.

La facciata è distinta in due parti, una di colore blu e una di colore giallo, ed ognuna si riferisce ad uno dei due veicoli coinvolti (è indifferente quale veicolo si descrive nella parte A e quale nella parte B).

Nella parte superiore del foglio occorre indicare data e ora in cui si è verificato il sinistro. Si procede con la compilazione indicando il luogo (sez1), la presenza di feriti (2), danni (4), testimoni (5).

Nella sezione 6 devono essere indicati i dati dell’assicurato mentre nel riquadro 7 quelli del veicolo. Attenzione a questa parte perché è bene sottolineare che devono essere inseriti i dati del titolare della polizza e non quelli del conducente che può anche essere diverso.

Le generalità di quest’ultimo, con indicazione anche del numero di patente, devono essere inserite nella sezione 9.

Dove inserire i dati dell’assicurazione auto

Si procede quindi ad inserire nel riquadro 8 del CID i dati dell’assicurazione con il numero di polizza, questo può essere letto anche sul tagliando, da esporre obbligatoriamente sul veicolo.
A questo punto si notano tre veicoli disegnati, rappresentano una moto, un’auto e un camion, su questi deve essere indicato il punto in cui il veicolo ha subito l’urto, mentre nella sezione 11 si indicano i danni subiti.

Seguono delle definizioni che aiutano il conducente a stabilire la dinamica del sinistro, in questo caso basta barrare anche più di una casella corrispondente la dinamica. Il riquadro 13 è predisposto per disegnare la dinamica del sinistro, non occorre essere degli artisti, basta un disegno piuttosto chiaro. Segue lo spazio per la firma.

Se il conducente non è d’accordo con la dinamica segnalata dalla parte che ha compilato, non deve firmare, infatti firmando accetta la versione dell’altra parte. Conseguentemente la compagnia di assicurazione procederà al rimborso del sinistro con adeguamento del premio assicurativo da versare ed eventuale perdita della classe di merito di appartenenza. Non firmare non comporta alcuna responsabilità, semplicemente sarà necessario avviare degli accertamenti per capire la dinamica e quindi le colpe.

Nel foglio intitolato “Altre Informazioni”, è possibile aggiungere l’eventuale presenza sul luogo di forze dell’ordine e risultanze dei loro rilievi, dati dei testimoni ed altre informazioni utili.


Tag:, , , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares