Guide e tutorial su ogni argomento. Trucchi, consigli utili, rimedi naturali e molto altro

Come seguire la dieta che mima il digiuno

Come seguire la dieta che mima il digiuno: istruzioni per perdere peso secondo la nuovissima dieta che mima il digiuno.

Valter Longo, Professore di Biogerontologia e Direttore dell’Istituto sulla Longevità all’USC (University of Southern California), presenta la dieta che mima il digiuno. Forse ne avete sentito parlare in qualche episodio delle Iene, è stata sperimentata e si sta diffondendo rapidamente perché avrebbe grandi benefici. Sarà così? Scopriamo di che si tratta.

Benefici della dieta che mima il digiuno

  • aiuta a perdere peso
  • rallenta l’invecchiamento
  • favorisce la rigenerazione cellulare
  • depura l’organismo
  • previene la formazione di cellule tumorali
  • ringiovanimento del sistema immunitario
  • una riduzione delle malattie infiammatorie
  • un rallentamento della perdita di densità minerale ossea
  • riduce la comparsa del diabete
  • diminuisce il rischio di malattie cardiovascolari
  • previene l’invecchiamento

Tutto nasce dall’osservazione delle popolazioni dell’Ecuador: perché vivono tanto e si ammalano così poco di cancro? Perchè la loro alimentazione è praticamente esclusivamente vegetale. Niente carne, uova e latticini.

Occorrente:

  • verdura, legumi, alghe
  • pesce
  • cereali integrali
  • olio evo
  • frutta secca
  • semi oleosi
  • olive
  • quinoa

Come seguire la dieta che mima il digiuno

  1. digiunare almeno un giorni ogni 5
  2. bene verdura, semi oleosi, olio evo e frutta secca
  3. niente carne e carboidrati né zuccheri
  4. sì a legumi e cerali integrali
  5. sì al pesce no alla frutta
  6. la dieta si segue per 5 giorni ogni sei mesi
  7. non saltare i pasti durante la giornata (tranne il giorno di digiuno)
  8. i nutrienti sono così suddivisi: proteine (11-14%), carboidrati (42-43%), grassi (46%)

Come seguire la dieta che mima il digiuno: consigli

La dieta mima digiuno non è adatta a persone obese, ipertese, malnutrite, diabetiche o con malassorbimento intestinale. La dieta mima digiuno non si concilia con l’attività lavorativa, perché può provocare affaticamento e scarsa concentrazione. E’ necessario farsi seguire da un dietologo, non è adatta ai bambini, né alle donne in gravidanza o allattamento, né alle persone anziane.

Si deve tener conto del fatto che molte diete altro non sono che mode, quindi occorre valutare attentamente se e quali rischi ci sono per la salute.



Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *