eComesifa.it

Come scegliere la tastiera da gaming adatta

Le tastiere meccaniche, per intenderci tastiere complete con uno switch sotto ogni singolo tasto, sono diventate sempre più popolari e la tecnologia che le riguarda è andata sempre più avanti facendo in modo da avere tastiere da gaming con elevate performance, comodità e resistenza (alcune si possono addirittura lavare). Scegliere la tastiera meccanica che più ci si addice può essere difficile però, esistono vari tipi di switch e ogni tanto ne escono di nuovi. Ecco cosa prendere in considerazione prima di procedere con l’acquisto di una tastiera da gioco.


Tempo fa praticamente tutti i pc erano dotati di tastiere meccaniche, erano costose, un po’ difficili da realizzare e con il tempo e l’avanzare della tecnologia si è arrivati a creare tastiere con un’unica membrana in gomma dietro i tasti, arrivano alle comuni tastiere odierne che, nonostante siano in realtà un’evoluzione di quelle meccaniche, costituiscono a volte un problema per chi voglia giocare in modo molto competitivo e che voglia un prodotto difficile da rompere e che dia un feedback reale ogni volta che si preme un tasto.

I vantaggi di usare una tastiera meccanica invece di una a membrana sono vari:

  • Le tastiere meccaniche minimizzano gli errori di battitura, in base a quali switch mettiamo (che vedremo più avanti), non solo avremo uno specifico feedback tattile quando pigeremo un tasto e quindi la rispettiva lettera apparirà sullo schermo ma non avremo mai il dubbio di non aver premuto un tasto e quindi eviteremo tutti quegli errori di doppio tocco.
  • Resistono al tempo, possono durare un’infinità di tempo e non daranno mai un problema (ovviamente se usate in modo proprio), la struttura che le compone è nella maggior parte dei casi davvero molto robusta e resistente ad urti e cadute.
  • La pulizia è semplicissima, i tasti si possono rimuovere con l’apposito arnese che viene dato in confezione con qualsiasi tastiera meccanica e di conseguenza una volta levati tutti i tasti è possibile pulirla facilmente.
  • Sono più soddisfacenti da usare, è soggettivo ma la maggior parte delle persone che usano tastiere meccaniche concordano sul fatto che sono più piacevoli, dalla “durezza” dei tasti fino al rumore che emettono quando premuti.

C’è da dire che non tutti potrebbero apprezzare una tastiera meccanica, non a tutti piace avere un prodotto così pesante, rumoroso e diciamo anche un po’ più faticoso da usare rispetto alle tastiere a membrana. Ma non un giocatore, è davvero difficile che troviate un giocare, specie quelli competitivi, che dicano di no ad una tastiera meccanica.


I tipi di switch

Se siete interessati alle tastiere meccaniche dove imparare tutto ciò che le riguarda prima di procedere con l’acquisto, vediamo adesso di capire meglio i differenti tipi di switch

  • Cherry MX Black – sono caratterizzati dall’essere fluidi, lineari dall’inizio alla fine, non hanno un punto in cui si ha feedback tattile ben definito. Sono tra i migliori per i giocatori in quanto ponendo meno resistenza degli altri switch vanno molto bene per il doppio tap, ad esempio il doppio salto, giusto per dirne una.
    Possiamo trovarli nella SteelSeries 7G e nella ThermalTake Meka G Unit e Meka G1.
  • Cherry MX Red – sono ancora lineari come i fratelli black ma richiedono ancor meno forza per essere premuti, sono tra i migliori per chi vuole una tastiera per giocare e lavorare senza scendere a compromessi con il comfort. Sono i più silenziosi.
    Li troviamo nella Corsair Vengence K60, Max Nighthawk X9 e nella versione silenziosa della Das Model S Professional.
  • Cherry MX Brown – danno un feedback a metà della corsa una volta premuti, questo significa che non dovrete premerli fino in fondo per inviare l’impulso al pc. Utili per scrivere più velocemente rispetto gli switch che richiedono di finire la corsa per inviare il segnale. Sono presenti nella Das Model S Professional, G710+ Mechanical Gaming Keyboard e nella Razer BlackWidow Stealth Edition.
  • Cherry MX Blue – non molto popolari nelle tastiere da gamingtastiere da gaming ma decisamente il top per chi deve scrivere molto, offrono un feedback sia tattile che uditivo, un bel “click” appena raggiungono il punto di attuazione. Sono nella Razer BlackWidow Ultimate e nella Das Model S Ultimate.
  • Chrry MX Green – una versione più tosta degli switch blu, richiedono un po’ più di forza e sono stati studiati per tastiere comprabili alle “vecchie” tastiere meccaniche. Sono di recente entrata nel mercato. Ancora non ci sono molte tastiere che hanno adottato gli switch verdi, ma cercando bene qualcosa si trova.switch-tastiera-meccanica
  • Chrry MX Clear – ovvero gli switch bianchi, richiedono molta forza (sempre relativamente, non dovete salirci in piedi), sono più solidi degli switch brown ma il feedback è molto molto simile. Ormai praticamente impossibile trovare ancora qualche tastiera che li usa, forse nel mercato dell’usato.

Rumore

Bisogna tenere sempre ben in mente, prima di comprare una di queste tastiere, che sono molto più rumorose delle tastiere normali, quindi se avete intenzione di usarle in un ufficio vicino a dei colleghi oppure giocare di notte mentre altre persone dormono, potrebbero creare fastidi. Anche nel caso in cui usiate sistemi di voice chat come TeamSpeak o il nuovo Discord e avete abilitato l’attivazione vocale, potrebbe essere decisamente un bel problema per i vostri amici sopportare il click clack della tastiera.

Prezzo

Non contate di spendere poco, certo, a volte potete incappare in sconti dell’ultimo secondo e portarvi a casa un’ottima tastiera meccanica anche per 50-60€, però preparatevi a sborsare almeno 80€ per le tastiere entry level fino ad arrivare anche a 300€ per le più costose e piene di optional, come porte usb aggiuntive, tasti di ricambio, telaio in alluminio e retroilluminazione RGB.


Potrebbe interessarti anche:

Come scegliere la tastiera da gaming adatta ultima modifica: 4 mesi ago da eComesifa.it

Commenta

Seguici:

Ti piace eComesifa.it