eComesifa.it
come-caricare-batteria-cellulare-senza-corrente

Come ricaricare lo Smartphone senza corrente elettrica

C’è una sola cosa che può mandarci in bestia e farci perdere del tutto il controllo dei nostri nervi e delle nostre azioni, e non stiamo parlando dei colpi di clacson di un automobilista che vorrebbe sorpassarci volando, o della sconfitta della nostra squadra del cuore: parliamo del fatidico bip bip che il nostro Smartphone emette, al pari di una sentenza, quando la batteria sta per cedere definitivamente. E non c’è cosa peggiore che rimanere senza cellulare, perché questo significherebbe essere privati della nostra connessione col mondo. Eppure, la tecnologia ci viene incontro anche in questo senso: pur non essendo ancora stata inventata la batteria infinita, esistono diversi modi per ricaricare lo Smartphone senza corrente elettrica, e anche più fantasiosi del noto Powerbank portatile. Vediamoli insieme.


Ricaricate lo Smartphone con un dispositivo a manovella

Spesso il fatto di vivere in un’epoca altamente tecnologica ci fa perdere di vista le soluzioni più semplici, che per decenni hanno risolto il problema dell’energia elettrica sfruttando la forza del nostro corpo. E la stessa cosa vale per il cellulare. Non tutti, infatti, sanno che è possibile ricaricare la batteria dello Smartphone acquistando il Boost Turbine 2000: un piccolo dispositivo che vi permetterà di collegare il cellulare e di ricaricare la batteria semplicemente roteando la sua comoda manovella. Certo, se sperate di poter giocare a Fruit Ninja o di poter messaggiare su WhatsApp per ore, scordatevelo: occorrono circa 4 minuti per caricare il powerbank a manovella per fare una semplice chiamata. In ogni caso, si tratta della soluzione ideale nei casi di emergenza: sotto, dunque, con l’olio di gomito.


Ricaricate lo Smartphone grazie al potere del vento

Si chiama iFan, ed è un dispositivo che è possibile collegare alla bicicletta e che permette di ricaricare il vostro Smartphone grazie alla forza del vento. Com’è possibile tutto ciò? Grazie alla presenza di una ventola che, girando, fornisce sufficiente energia al vostro Smartphone per permettervi di fare più di un’operazione: il concetto di fondo è lo stesso del Boost Turbine, solo più adatto agli amanti della bicicletta. C’è un solo, piccolo difetto: per completare la ricarica della batteria, vi serviranno 6 ore di pedalata: un’ottima scusa per prepararsi per la prova costume.

Ricaricate lo Smartphone con il calore corporeo

Amate il campeggio e non vedete l’ora di immergervi nella natura, magari ingannando il tempo su WhatsApp? Bene, sappiate che potrete prendere due piccioni con una fava, riscaldandovi e al tempo stesso ricaricando la batteria del vostro Smartphone. Merito del sacco a pelo prodotto da Vodafone: Power Bank. Grazie a questo favoloso oggetto, potrete dormire e nel mentre garantire al vostro Smartphone una batteria abbastanza carica per concedergli undici ore di stand-by ed una chiamata di circa mezzora.

Ricaricate lo Smartphone con frutta e verdura

Una missione impossibile? Chiedetelo a Caleb Charland, lo sviluppatore Microsoft che durante l’EXPO milanese è riuscito a ricaricare uno Smartphone sfruttando il potere dei vegetali. Cosa vi serve per replicare l’esperimento? Un Nokia Lumia 930, circa 800 mele e patate, un circuito realizzato con fili di rame e di zinco e, soprattutto, tantissima pazienza!


Potrebbe interessarti anche:

Come ricaricare velocemente lo smartphone Ormai gli smartphone hanno la potenza di piccoli computer, scattano foto migliori di tante fotocamere economiche, fanno girare giochi con una grafica ...
Come si fa a ottenere corrente dalle arance La memoria corre a tanti anni fa, quando in TV c’era una serie televisiva di discreto successo dove il protagonista, un certo Mc Gyver, si trovava sem...
Consigli su come risparmiare energia elettrica Il risparmio di energia elettrica può giovare non solo al nostro portafogli ma anche all’ambiente, quindi tutti dovrebbero adottare alcuni accorgiment...

Commenta

Seguici:

Ti piace eComesifa.it