Come pulire in modo approfondito la memoria dello smartphone Android

Al giorno d’oggi sfruttiamo davvero in maniera esagerata i nostri smartphone senza che c’è ne accorgiamo e spesso quando acquistiamo uno smartphone non “top di gamma” e lo iniziamo ad utilizzare, notiamo che dopo un paio di mesi il telefonino inizia ad avere dei seri rallentamenti e inizia a diventare quasi del tutto ingestibile.

Purtroppo, come ogni dispositivo ha bisogno di manutenzione periodica, anche se non approfondita a volte una “pulizia” del sistema potrebbe far bene.


Quello che consiglio io è fare un ripristino del sistema una volta al mese. Ripristinare lo smartphone è davvero molto importante perché ci da la possibilità di andare a cancellare completamente la memoria e pian piano andare cancellare quelle che sono le applicazioni: in questo caso il telefono si rinnoverà da tutti i punti di vista. Ma diciamocelo, non tutti hanno tempo di formattare uno smartphone e di conseguenza ogni volta reinstallare tutti i programmi.

Praticamente i nostri smartphone sono un po’ come le macchine, per andare sempre al massimo delle loro perfomance hanno bisogno di un una curata manutenzione di tutto il software. Come il sistema operativo che abbiamo all’interno del nostro PC anche lo smartphone Android dopo un po’ di tempo inizia ad accumulare un po’ di schifezza varie, soprattutto la cache dei browser e soprattutto la cache delle varie applicazioni come i social Network, in particolare Facebook, Twitter e Instagram.

C’è ne sono tante di App all’interno dello store e anche queste vanno utilizzate con cura. Per una pulizia tranquilla vi consigliamo di installare Clean master, attenzione non è proprio una buonissima applicazione ma fa il suo dovere. Una volta aperta ci chiederà il consenso all’accesso dei dati dell’app e una volta fatto si aprirà di fronte a noi una UI davvero molto semplice e intuitiva soprattutto per quanto concerne le funzionalità. Ciò che bisogna fare è cliccare sul tasto analizza e il programma inizierà a fare una pulizia approfondita di tutto quello che è la memoria interna dello smartphone. Appena finita l’analizzazione il programma ci dirà cosa andrà a cancellare. Di solito Clean Master non va solo ad individuare file pesanti o comunque cache delle applicazioni che stanno crescendo man mano che le utilizziamo, ma va anche ad analizzare le cartelle che sono vuote e inutilizzate. Quest’ultime di solito rimangono nella memoria del nostro smartphone per via delle App che andiamo a disinstallare.

Finita questa operazione vi consigliamo di disinstallare l’applicazione. Di fatto quest’App alla fin fine cerca anche di installare moltissima pubblicità, l’importante è rifiutare tutti gli annunci. Una funzionalità però molto interessante che ha Clean Master è la possibilità di installare un Antivirus, molto completo che ci analizza tutta la memoria del nostro smartphone e ci rileva se c’è qualche problema con qualche applicazione.

Vi consigliamo vivamente di installarla, ma anche di utilizzarla con cautela per i difetti che vi abbiamo già descritto prima.


Potrebbe interessarti anche:

Come pulire il display dello smartphone o del tablet
Visite 92
Ormai ogni persona possiede almeno uno smartphone che porta con se 24 ore su 24 ...
Come ricaricare velocemente lo smartphone
Visite 49
Ormai gli smartphone hanno la potenza di piccoli computer, scattano foto miglior...
Come si fa a proteggere il vostro smartphone dai malware
Visite 10
Avere a che fare con un virus o malware è stato ormai accettato come una parte i...
Come trasformare iPhone in Scanner
Visite 16
Con l'iPhone si può fare di tutto e all'occorrenza potrebbe risultare particolar...
Come controllare la casa dallo smartphone
Visite 36
Se state cercando qualche buon sistema per sorvegliare casa anche quando siete f...
Pokemon Go disponibile in Italia
Visite 21
Pokemon Go è disponibile ufficialmente anche in Italia! La nota app che sta batt...

Lascia un commento



Potrebbero interessarti:

Seguici su Facebook:

eComesifa.it - Guide e tutorial ! Soluzioni ai piccoli problemi quotidiani - by Federico Degni