eComesifa.it

Come prendersi cura della batteria del notebook e non rovinarla

Il pc portatile resta uno dei dispositivi più utilizzati in assoluto, perché è uno strumento completo sui cui è possibile fare ogni cosa senza limitazioni ed è facilmente trasportabile.

Con l’avanzare della tecnologia sono stati prodotti notebook sempre più potenti e ricchi di funzioni che però consumano velocemente la batteria che viene esposta a un deterioramento maggiore rispetto ai pc di una volta.

La batteria di un notebook è più delicata ed è facile avere problemi se non la si utilizza nel modo giusto, per evitare che ci abbandoni rapidamente bisogna adottare degli stratagemmi che sono in grado di evitare danneggiamenti.

Una prima accortezza da avere è quella di far sempre caricare completamente la batteria del notebook, l’alimentatore dovrà essere staccato solo quando la spia che indica la carica sarà verde, segno che si è raggiunto il massimo livello di ricarica.

Con la batteria carica si può lavorare in tranquillità, si consiglia di utilizzare il notebook senza attaccare la spina all’alimentatore, il risultato? Con la spina inserita nella corrente a batteria piena, non si fa altro che rovinarla drasticamente andando a sovraccaricarla di energia completamente inutile.

[asa2 tpl=”Horizontal_box” associate_id_set=”ecomesifa”]B0013SP0YO[/asa2]

Evitare di far partire la carica nella corrente quando la batteria è a metà o non è del tutto scarica e utilizzarlo nel mentre, questo comportamento non fa che interferire con il processo di carica che impiegherà molto più tempo per arrivare al suo completamento.

Il vantaggio di avere un notebook è quello di poterlo portare ovunque, soprattutto fuori casa, se si sta lavorando nella propria abitazione è facile avere a disposizione una presa della corrente, in questo caso si consigli di rimuovere la batteria e di alimentare il dispositivo direttamente con l’energia elettrica.

Facendo questa operazione bisogna ricordarsi che se ci sarà un calo di energia o la corrente andrà via, il notebook si spegnerà e il lavoro fatto andrà perso, per questo motivo si consiglia di salvare ogni modifica che si sta facendo a un file in modo da evitare di perderle in caso si spegnimento improvviso.

Le batterie dei notebook sono abbastanza sensibili, tra gli altri accorgimenti da tenere in considerazione c’è l’esposizione ad alte o basse temperature che potrebbero provocare danni.

Inoltre, ricordiamo che è sempre bene scegliere di utilizzare batterie originali per il proprio notebook quando possibile ed evitare di acquistare prodotti di scarsa qualità e poca affidabilità che potrebbero, nel tempo, danneggiare anche il notebook.

[asa2 tpl=”Horizontal_box” associate_id_set=”ecomesifa”]B007LHZ11I[/asa2]

Potrebbe interessarti anche:

Come visualizzare la percentuale della batteria su un iPhone
views 16
Come sapete, sullo schermo del iPhone, c'è l'icona che mostra la carica residua ...
Come rigenerare la batteria del tuo portatile
views 1222
Come tutti i componenti di un computer, anche le batterie del notebook con il pa...
Batteria acustica o elettronica, quale scegliere
views 147
Quando si vuole acquistare una batteria si può incorrere nella problematica rigu...
Come ricaricare velocemente lo smartphone
views 35
Ormai gli smartphone hanno la potenza di piccoli computer, scattano foto miglior...
Caricabatterie portatile a cosa serve e come sceglierlo
views 21
A tutti sarà capitato almeno una volta  di trovarsi in spiaggia o in montagna e ...
Come si accorda la chitarra
views 24
Chiunque voglia imparare a suonare la chitarra, sia essa classica, acustica o el...

Commenta

Seguici su Facebook