Come imparare a fare snorkeling

Come imparare a fare snorkeling: un passo per volta, niente panico, ti spiego come puoi imparare a nuotare sott’acqua con maschera e snorkel.

Le persone che hanno paura di annegare, che non sanno nuotare e che non credono quindi di poter galleggiare sappiano che non è così. Nuotare sott’acqua è facile, divertente, molto rilassante ed è un ottimo esercizio fisico.

Dopo aver letto questa guida su come imparare a nuotare sott’acqua vorrete subito provare.

Perchè fare snorkeling?

  • Per osservare il fondo marino (pesci, conchiglie, coralli, stelle marine etc)
  • per allenare braccia e gambe
  • per rilassarsi profondamente

La questione del respiro non è un problema, c’è il tubo con il boccaglio. L’acqua negli occhi non entra perché c’è la maschera. Galleggiare si galleggia per forza, visto che non siamo noi a violare le leggi della fisica. Vediamo in pochi step come prepararsi, come andare sott’acqua e cosa fare durante lo snorkeling.

Chi legge, tenga presente che chi scrive ha sempre avuto il terrore di nuotare, non ha imparato a nuotare in piscina ed ora è snorkeling-dipendente!


Come imparare a fare snorkeling: occorrente

  • Maschera con lente in vetro
  • Snorkel o tubo

Come imparare a fare snorkeling

  1. Preparazione: in questa fase non servono ancora maschera e snorkel. Questo è il primo passo con cui ci rilassa. Sdraiarsi in acqua, pancia in giù, mani che toccano la sabbia, testa fuori dall’acqua e rilassare le gambe, abbandonarle come nel sonno e sentire l’acqua che le solleva. Se non funziona state facendo resistenza. Relax è la parola giusta. Le gambe rilassate galleggiano.
  2. Maschera e snorkel: indossare la maschera facendola aderire al viso, non si deve respirare con il naso che deve risultare bloccato dalla gomma trasparente, si respira solo con la bocca. Infilare il boccaglio nella bocca e chiudere le labbra intorno ad esso. La maschera non deve scivolare né essere lenta.
  3. Ingresso in acqua: arrivare dove l’acqua arriva almeno in vita e cominciare a bagnarsi, poggiare la testa sull’acqua e guardare il fondo, immergere di poco poco ogni tanto la testa, respirando nello snorkel. L’acqua che entra nelle orecchie non creerà il minimo fastidio, in realtà sott’acqua c’è molto silenzio ma i rumori esterni si sento lo stesso.
  4. Andare sott’acqua: dopo aver preso confidenza, piegarsi su se stessi e darsi una leggera spinta in avanti. Non bisogna cercare subito di nuotare o fare chissà cosa ma soltanto rilassarsi, il corpo viene portato verso l’alto, proprio come le gambe nel punto numero 1. Distendere le braccia e rilassarsi, ovvero “fare il morto” e godersi il fondale marino. Respiri lenti.
  5. Nuotare: muovere con ampi movimenti le braccia e le gambe, la rana secondo me è lo stile più semplice ma si trova facilmente ognuno il proprio. Braccia distese su fianchi, muovere le gambe su e giù alternandole.
  6. Rilassarsi: godersi il silenzio del fondale, la tranquillità, il senso di abbandono e le piccole scoperte che il mondo marino riserva, seguendo le indicazioni e non allontanandosi non accade nulla di spiacevole.

Come imparare a fare snorkeling: consigli

La prima volta sott’acqua mi è preso il panico, è normale ma non succede nulla: non si può bere, né affogare, né accecarsi con il sale. Se si sente paura, mettere i piedi per terra e uscire con la testa dall’acqua.

Se entra un po’ di acqua nello snorkel, idem: mettere i piedi per terra, uscire con la testa dall’acqua e sputare l’acqua, far defluire la restante dallo snorkel.

Attenzione: non avventurarsi nell’acqua alta, rimanere sempre dove si può in qualunque momento toccare il fondo con i piedi, se non si sa nuotare bene.

Andare sott’acqua esclusivamente in acque calme, non praticare snorkeling nel mare mosso. Avete mai fatto snorkeling? Che cosa ne pensate?

Leggi Anche: Come cucinare gli anemoni di mare


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here