eComesifa.it

Come festeggiare l’Epifania

Come festeggiare l’Epifania in modo tradizionale? Se anche voi vi state preparando alla visita della simpatica vecchietta sulla scopa o dei tre saggi dell’Oriente, dovete sapere che su questa festività esistono molte leggende: si dice che fino al IV secolo coincideva con la nascita di Cristo e con il Natale, fino a quando l’imperatore Costantino non decise di anticiparlo al 25 dicembre. Vediamo insieme le origini di questa festa e come festeggiarla secondo la tradizione!

[asa2 tpl=”Horizontal_box” associate_id_set=”ecomesifa”]B00V7ZT1GG[/asa2]

Come festeggiare l’Epifania: le origini

Secondo una leggenda poco nota, mentre si trovavano in viaggio verso Betlemme, i Re Magi incontrarono una vecchietta a cui chiesero indicazioni per raggiungere la grotta. L’anziana rispose in modo gentile e, per ricompensarla, i tre saggi le dissero di venire con loro, ma lei rifiutò, dicendo che sarebbe andata l’indomani. Più tardi però, pentitasi del suo rifiuto, si recò alla grotta con un sacco di dolci e di regali, ma non trovò nessuno. Da quella notte quindi, oltre ai Re Magi, il 6 gennaio la Befana cavalca sulla sua scopa per distribuire i suoi regali ai bambini del mondo mentre continua a cercare il Bambin Gesù.

Come festeggiare l’Epifania: qualche suggerimento per rendere magica la giornata del 6 gennaio

  1. Non c’è Epifania senza la calza della befana! Se non avete fatto in tempo ad acquistarne una da riempire con dolci e doni per i più piccoli e i più grandi, potete costruirne una utilizzando una carta da regalo resistente. Per farla, tracciate su un cartone la sagoma di una calza (va bene anche una stilizzata), oppure stampate il cartamodello da internet, poi ritagliatela. A questo punto, mettendo la carta regalo sulla parte opaca oppure bianca, aiutandovi con la sagoma, tracciate con un pennarello nero o con una penna due forme uguali. Ritagliatele, poi servendovi di una graffettatrice, pinzate tutti i bordi ad eccezione dell’apertura dove andrete a mettere i dolci per riempire la calza. Fatto! Se non vi piace questa soluzione, potete usare anche delle calze lunghe e vecchie che non usate più.
  2. Se siete degli scalmanati, dopo aver fatto aprire le calze della befana, potete fare in famiglia i tradizionali giochi in scatola, come il Monopoli, il Mercante in Fiera o altri, oppure preparare i tipici dolcetti dell’Epifania o ancora, mascherarvi da Befana con i vecchi vestiti e fare un concorso in casa per decretare il costume migliore.
  3. Se invece siete più tranquilli e amate le leggende, potete festeggiare l’Epifania leggendo qualche racconto o fiaba tradizionale sui Re Magi o sulla Befana, meglio ancora se davanti al fuoco, oppure vedere un bel film a tema.
[asa2 tpl=”Horizontal_box” associate_id_set=”ecomesifa”]B00283KUNO[/asa2]

Potrebbe interessarti anche:

Quando è la festa della mamma e cosa significa
views 12
La festa della mamma si festeggia il giorno 8 maggio, ma tale ricorrenza non ha ...
San Valentino: come realizzare delle decorazioni romantiche
views 13
Per San Valentino volete dare un tocco romantico non solo alla vostra tavola, ma...
Come organizzare la festa del papà
views 9
Tra un mese ci sarà San Giuseppe, la festa dei papà, evento molto apprezzato dai...
Come scegliere i regali di Natale
views 22
Gran parte di noi concorda sul fatto che il Natale, è il periodo più bello dell’...
Cosa mettere nella calza della Befana
views 15
Trascorse le vacanze natalizie e il Capodanno, non ci resta che celebrare il gio...
Come organizzare una festa di Natale
views 29
Una delle cose più belle del Natale sono le cene con amici e parenti, grazie ai ...

Commenta

Seguici su Facebook