Come fare la tinta a casa

come-fare-la-tinta-in-casaSe vuoi cambiare il colore della tua chioma ma non vuoi spendere una cifra troppo alta, puoi anche provare a tingere i capelli a casa. Non è molto difficile, basta solo prendersi un pomeriggio libero e fare tutto con calma, molta calma. Un’altra cosa molto importante è scegliere il colore della tinta che deve essere adatto al tuo incarnato e non troppo lontano dal colore naturale, poi devi applicare la tinta su una ciocca per vedere se ci sono particolari reazioni allergiche e, quando inizieranno a ricrescere imparare a ritoccare le punte. Questa guida per fare la tinta a casa si compone di 3 fasi principali composte da vari passaggi. Ti consigliamo di andare in un centro specializzato per acquistare la tinta e di scegliere marche famose piuttosto che quelle sconosciute, perché l’effetto finale potrebbe essere disastroso. E soprattutto, se vuoi diventare bionda non scegliere mai le tinte con i pigmenti “dorati”, perché c’è una percentuale di rosso che farà diventare i tuoi capelli di un colore simile a quello delle patatine alla paprika.

Ed ora passiamo subito alla prima fase, ovvero quella della preparazione:

  1. Lava i capelli il giorno prima di fare la tinta a casa, in questo modo il colore si fisserà meglio e in modo naturale. Non usare il balsamo per non eliminare gli oli naturali presenti sul capello, se hai i capelli secchi applicalo solo nella settimana precedente la tintura.
  2. Scegli il colore che più ti piace, anche se ci sono tantissime sfumature, magari prova con una tinta semi-permanente se vuoi essere sicura che il risultato finale non ti lasci sconvolta. Queste tinte durano circa 2 mesi, mentre quelle permanenti anche 4 mesi.
  3. Copri tutte le superfici a rischio, come pavimenti e sanitari, inoltre indossa una maglietta vecchia e copriti con un asciugamano di colore scuro in modo che le macchie di tinta siano più facili da eliminare.
  4. Spazzola i capelli ed elimina tutti i nodi, in questo modo sarà più facile applicare la tinta in modo omogeneo.
  5. Siccome la tinta tende a lasciare delle macchie sulla pelle, spalma un po’ di crema idratante sulla fronte, nella zona dietro le orecchie, sui lobi delle orecchie e sul collo. Solitamente nel kit della tinta ci sono anche dei prodotti tipo vaselina o burro di cacao e anche i guanti per evitare di macchiarti le mani e proteggere la pelle.
  6. Inizia a preparare la tinta svuotando il contenuto del flacone o del tubetto nella ciotola e inizia a miscelare con un pennello.

Questa era la prima fase, ora passiamo a quella fondamentale, ovvero la tintura:

  1. Dividi la chioma in 4 sezioni con il pettine, e usa delle mollette per tenere separate le ciocche.
  2. Applica la tinta sulle sezioni dividendole in sezioni più piccole usando l’applicatore o il pennello.
  3. Non partire dalla radice, ma dalle punte e tieniti ad una distanza di almeno 1 centimetro. Ricorda di lavorare tutta la chioma per permettere alla tinta di entrare in profondità.
  4. Imposta il timer con il tempo indicato sulla confezione e non lasciarla in posa per un tempo superiore perché potrebbe sfibrare i capelli.

Infine la fase del risciacquo, detta anche “della verità”:

  1. Prima di lavare i capelli per rimuovere la tinta, usa un batuffolo di cotone per pulire la fronte e le orecchie. Mettiti a testa in giù nella doccia e fai un primo lavaggio con acqua tiepida. Vedrai che il colore andrà via, ma non preoccuparti.
  2. Quando l’acqua inizia ad essere meno colorata, strizza piano i capelli e applica un balsamo o una crema specifica per le tinte. Lascia in posa per 1 ora e poi procedi con il lavaggio con lo shampoo.
  3. Asciuga i capelli e ammira la tua nuova chioma. Se il risultato non ti piace puoi sempre andare dal parrucchiere, ma ricorda di aspettare almeno due settimane prima di fare una nuova tinta.
Tag:, , , ,

Related Posts

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 shares