eComesifa.it

Come fare frappè e frullati

Frappè e frullati sono perfetti in ogni momento della giornata. Inoltre se realizzati con validi prodotti naturali si rivelano anche salutari. Per creare frappè e frullati si possono utilizzare praticamente le stesse cose, cambia però l’ingrediente di base. Ossia il latte per il frappè e l’acqua per il frullato. Entrambi sono 2 ottimi alimenti da consumare, è solo il gusto soggettivo a determinarne la scelta.

Adesso illustreremo due paragrafi ben distinti fra loro. Il primo riporterà come preparare il frappè, mentre il secondo come realizzare un frullato. Pertanto cominciamo subito dal frappè.

Come si fa il frappè

Il frappè naturalmente si rivela un alimento più difficile da digerire se paragonato al suo cugino frullato. È il latte ad influire su questo aspetto. Comunque ciò non significa che non sia salutare. Mentre per il frullato occorre solamente la frutta, il frappè può subire variazioni negli ingredienti. Ossia può essere preparato anche senza la frutta.

  • Per ottenere il frappè scegliere l’ingrediente principale prima di cominciare.

Prendiamo d’esempio le fragole, cinque di questi frutti, un cucchiaio grande di zucchero, vaniglia quanto basta e almeno metà bicchiere di latte rimasto prima nel congelatore fino a quando non si è formata sopra una patina di ghiaccio molto fine.

  • Il tutto dovrà essere frullato utilizzando un mixer. Ecco preparato il frappè, in questo caso alle fragole. Ricordarsi di pulire la frutta prima di tagliarla e metterla nel mixer.

Come menzionato prima il frappè può subire variazioni negli ingredienti, quindi le scelte sono praticamente infinite. Molti utilizzano il cacao, la vaniglia, lo yogurt, etc. Addirittura si possono ottenere degli ottimi frappè anche impiegando la verdura.

[asa2 tpl=”Horizontal_box” associate_id_set=”ecomesifa”]B00MB8MS68[/asa2]

Come si fa il frullato

Essendo a base di frutta il frullato richiede una scelta giusta dei frutti da impiegare. Almeno questo solamente per renderlo buono e genuino. Quindi banane, albicocche, mele, fragole, etc. Vediamo dunque da dove cominciare.

  • Per preparare un frullato potete scegliere ad esempio un solo frutto oppure, potete mischiarne diversi insieme. Un’ottima combinazione è ad esempio quella di banana, pesca e albicocca, meglio ancora se bio. Una volta pulite e rimossa la buccia, aggiungetevi mezzo bicchiere d’acqua e due piccoli di zucchero se lo desiderate.
  • È possibile insaporire il tutto, con del succo di un limone. La scelta è facoltativa. Adesso utilizzare il mixer e il frullato sarà pronto per essere gustato.

Entrambe sono delle ottime merende per grandi e piccoli, molto meglio dei classici succhi acquistati normalmente al supermercato.

[asa2 tpl=”Horizontal_box” associate_id_set=”ecomesifa”]B00MGADOJQ[/asa2]

Potrebbe interessarti anche:

Come si prepara il frullato detox con la spirulina La spirulina è un integratore ricavato dall'alga spirulina. Questo integrat...
Le proprietà benefiche del baobab Il baobab (Adansonia) è un maestoso albero originario dell'Africa, le sue d...
Come preparare un frullato antiossidante Gli antiossidanti sono delle sostanze importantissime per purificare il nos...
Proprietà benefiche del melograno Il melograno è un frutto simbolo di longevità e fortuna, apprezzato per le ...
Come fare un frullato sano e nutriente Gustare un sano e buon frullato a colazione o a merenda può aiutarvi a rima...

Commenta