Come combattere la psoriasi con prodotti naturali

La psoriasi è una malattia infiammatoria che può colpire diverse zone del corpo, dal cuoio capelluto alla orecchie, passando per i gomiti, le ginocchia, mani, piedi e persino le unghie. Esistono varie forme di psoriasi, che vengono stabilite in base alla gravità della malattia: gli stati più avanzati presentano un inspessimento della pelle, che si secca e crea una serie di placche biancastre particolarmente fastidiose da esibire in pubblico, ed anche molto seccanti per via del prurito e del conseguente arrossamento della cute. Questa non è una malattia contagiosa, e le cause che portano a soffrire di psoriasi sono dovute a geni ereditari, a stili di vita poco sani e a stati psicologici segnati da stress e tensioni prolungate. Il consiglio è di curare la psoriasi utilizzando prodotti a base di essenze naturali: vediamo insieme quali sono i migliori.

Dall’Africa ecco il Burro di Karité

Il primo consiglio è di curare la psoriasi acquistando una confezione di burro di Karité: una sostanza ricavata dalle bacche dello Shea, un albero che cresce in Africa e che possiede davvero tantissime proprietà curative. In Europa non è particolarmente conosciuta, nonostante sia un rimedio eccezionale per la cura delle infiammazioni cutanee e, dunque, della psoriasi. Il nostro consiglio è di spalmare una generosa quantità sulla testa, creando una maschera rigenerante che rinforzi il cuoio capelluto eliminando qualsiasi forma di impurità.

[asa2]B005A34LHK[/asa2]

L’olio di Monoi da Tahiti

La natura è ricca di essenze e di oli che possono essere utilizzati per combattere la psoriasi: uno di essi è senza dubbio l’olio di Monoi, realizzato dalla spremitura a freddo del bellissimi fiori tahitiani del Tiaré. L’olio di Monoi si rivela una soluzione perfetta per combattere problemi cutanei come ad esempio gli eczemi, la forfora e la psoriasi: vi basterà versarne poche gocce sulle dita e massaggiare la cute in prossimità delle zone colpite dalla malattia. Con poche applicazioni, riuscirete a sconfiggere la psoriasi e ad alleviare il fastidio alla cute.

Dal Cile l’olio di Rosa mosqueta

Se siete alla ricerca di una soluzione naturale e sana per combattere la psoriasi, allora l’olio di Rosa mosqueta potrebbe rivelarsi una grande sorpresa. Grazie alle sue proprietà rigeneranti ed emollienti, quest’olio vegetale è in grado di idratare la cute e di risolvere qualsiasi problema relativo alle infiammazioni della pelle. Il metodo di applicazione è lo stesso del precedente olio, ed è ideale per rinforzare la fibra del capello oltre che per riparare le cellule epiteliali danneggiate.

L’olio di dattero egiziano

Scegliamo di chiudere con l’olio di dattero del deserto, un’essenza miracolosa che vi permetterà di curare la psoriasi e, al tempo stesso, di profumare i vostri capelli e la vostra pelle. Ciò che rende speciale l’olio di dattero, è la sua capacità di creare una pellicola protettiva in grado di stimolare le cellule della cute e di proteggere la pelle dagli agenti inquinanti presenti nell’aria. Inoltre, l’olio di dattero lascia anche un profumo vagamente somigliante al legno.

[asa2]B01BSOKAY2[/asa2]

Potrebbe interessarti anche:

Come preparare delle tisane per la digestione
views 66
A volte mangiare può diventare un problema se si soffre di una cattiva digestion...
Come prendersi cura dei piedi
views 18
Molto spesso vengono sottovalutati, se non addirittura ignorati, ci si concentra...
Rimedi naturali contro la caduta dei capelli
views 57
Perché i capelli cadono? Ci sono tantissime cause che provocano la caduta dei ca...
Come fare maschere per il viso naturali per una pelle luminosa
views 64
Avere una pelle luminosa non è una cosa difficile e impossibile basta prestare u...
Come purificare la pelle del viso con le maschere fai da te
views 101
Purificare la pelle è un gesto importantissimo: la pelle deve respirare, essere ...
Le proprietà benefiche dell’acido folico
views 16
L'acido folico, chiamato anche folina o vitamina B9 è conosciuto per il suo util...

Lascia un commento



Potrebbero interessarti:

Seguici su Facebook: