eComesifa.it

Come agire in caso di cervicale infiammata

La cervicale infiammata, che in termini medici è definita cervicalgia, è colpisce un numero molto alto di persone, può diventare addirittura invalidante nello svolgimento delle normali attività quotidiane.

Molto importante è tranquillizzare chi presenta i sintomi per la prima volta, faticando a riconoscere e ad identificare il malessere come infiammazione della cervicale ci si potrebbe allarmare e spaventare, dunque è fondamentale non farsi prendere dal panico, respirare e analizzare i sintomi.

Solitamente questa si presenta con vertigini, nausea, dolore al collo (che però non sempre è presente), rigidità muscolare in prossimità di nuca e collo, mal di testa, perdita di equilibrio, giramenti di testa.

[asa2]B01826JTRI[/asa2]

Si tratta di un segnale di malessere della colonna vertebrale, che può essere provocato a qualsiasi livello e altezza (schiena bassa o centrale), per poi propagarsi e andare a colpire proprio la parte più fragile, ovvero la cervicale. Solitamente, cioè nell’80% dei casi non è legata a patologie in atto bensì a posture sbagliate a loro volta generate da sovrappeso, da un forte stress che porta a chiudere ed inarcare le spalle. Una volta compreso questo è necessario evitare tutte quelle posture dannose (come ad esempio dormire con due cuscini), e dedicarsi almeno una volta alla settimana a delle sedute di ginnastica posturale.

Quest’ultima è particolarmente consigliata anche in fase di prevenzione, perché permette di gestire il corpo con una maggiore padronanza, generalmente una corretta postura prevede che le spalle debbano essere tenute basse e al contempo lontane dalle orecchie (in linea d’aria), il mento deve essere alto, e le braccia tenute come se si stessero tenendo le mani in tasca. Detta così sembra una tecnica semplice, ma soltanto l’esercizio costante e le abitudini positive possono generare un reale cambiamento, che oltre al benessere fisico aiuterà anche nel riacquisire sicurezza.

Diventa dunque fondamentale in questo processo di prevenzione e cura dell’infiammazione della cervicale la ricerca di uno stato di rilassamento, per cui anche le manovre del fisioterapista si possono rivelare importanti, perché manipolando correttamente si andrà a disinnescare un meccanismo negativo.

Un numero crescente di bambini e ragazzi soffre di cervicalgia, questo fenomeno è dovuto principalmente all’utilizzo del pc con una postura erronea (notebook poggiato sulle gambe e collo piegato verso il basso).

In casi gravi, di improvvisi sintomi poco tollerabili esistono farmaci da banco ad hoc, che agiscono quasi istantaneamente, alleviando soprattutto vertigini e nausea, è importante consultare comunque prima il medico, e una volta riscontrata la patologia cercare di intervenire con l’esercizio costante.

[asa2]B00DM9WOOQ[/asa2]

Potrebbe interessarti anche:

Come curare il torcicollo Il torcicollo è un fastidio fisico che coinvolge la zona cervicale e che talvolta può condizionare l'area che va dalla t...
Come combattere le vertigini da cervicale Quanti soffrono di disturbi legati ai problemi della cervicale che impediscono il normale svolgimento dei compiti quotid...
Come salvare lo smartphone bagnato Come salvare lo smartphone bagnato? Ecco di seguito le velocissime mosse per recuperare in extremis il telefono che fa u...
Come combattere la psoriasi con prodotti naturali La psoriasi è una malattia infiammatoria che può colpire diverse zone del corpo, dal cuoio capelluto alla orecchie, pass...

Commenta